Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.119,20
    +504,20 (+2,33%)
     
  • Dow Jones

    31.500,68
    +823,32 (+2,68%)
     
  • Nasdaq

    11.607,62
    +375,43 (+3,34%)
     
  • Nikkei 225

    26.491,97
    +320,72 (+1,23%)
     
  • Petrolio

    107,06
    +2,79 (+2,68%)
     
  • BTC-EUR

    20.135,10
    +16,79 (+0,08%)
     
  • CMC Crypto 200

    462,12
    +8,22 (+1,81%)
     
  • Oro

    1.828,10
    -1,70 (-0,09%)
     
  • EUR/USD

    1,0559
    +0,0034 (+0,33%)
     
  • S&P 500

    3.911,74
    +116,01 (+3,06%)
     
  • HANG SENG

    21.719,06
    +445,19 (+2,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.533,17
    +96,88 (+2,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8603
    +0,0025 (+0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,0099
    -0,0012 (-0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,3603
    -0,0071 (-0,52%)
     

Zelensky: "Creare meccanismo confisca beni Russia"

(Adnkronos) - "Un risarcimento per tutte le perdite che la Russia ha inflitto all'Ucraina con la sua aggressione". Sono le parole pronunciate da Volodymyr Zelensky nel messaggio diffuso nelle scorse ore, come riporta la presidenza ucraina, con l'invito ai partner di Kiev a firmare "un accordo multilaterale" e "creare un meccanismo" per risarcimenti agli ucraini che hanno subito "perdite" per l'"aggressione russa" con la "confisca" di "fondi russi e proprietà" in altri Paesi.

Il presidente ucraino ha denunciato la "distruzione della casa della cultura a Lozova", nella regione di Kharkiv, ha accusato la "Russia di aver già fatto tutto il possibile per fare in modo che non ci sia più spazio per la cultura sul suo territorio", di aver colpito le regioni ucraine di Odessa, Poltava e Zhytomyr, mentre "continuano i tentativi di attaccare il Donbass".

"Hanno completamente distrutto Rubizhne, Volnovakha, proprio come Mariupol" e "stanno cercando di fare lo stesso con Severodonetsk e molte altre città", facendo "di tutto per sgretolare qualsiasi vita normale nella regione di Kherson, in quelle aree della regione di Zaporizhzhia in cui sono entrati". E, ha incalzato, "tutto questo e molto altro che l'esercito russo ha fatto dal 24 febbraio e dal 2014 necessità di una risposta giusta".

"La liberazione, prima di tutto", secondo Zelensky, che ha insistito sul "combattere fino a quando non avremo liberato la nostra terra dagli occupanti e garantito la sicurezza dell'Ucraina". Poi, "perseguire tutti i criminali di guerra russi", nei "tribunali ucraini, al tribunale internazionale e sul campo di battaglia mentre la guerra continua". E, ha proseguito, "stiamo lavorando per garantire che la Russia risarcisca in un modo o nell'altro tutto ciò che ha distrutto in Ucraina".

L'invito rivolto ai partner dell'Ucraina è a "firmare un accordo multilaterale e a creare un meccanismo attraverso cui tutti coloro che hanno sofferto per le azioni della Russia possano ricevere un risarcimento per tutte le perdite".

Secondo Zelensky, sulla base di un simile accordo, "i fondi russi e le proprietà sotto la giurisdizione dei Paesi partner devono essere sequestrati o congelati e poi confiscati e indirizzati su un fondo creato appositamente da cui tutte le vittime dell'aggressione russa possano ricevere risarcimenti adeguati". Così, ha detto, "la Russia sentirà il peso reale di ogni missile, ogni bomba, ogni proiettile contro di noi".

SMIHAL - "Invitiamo tutti gli stati partner a firmare un trattato multilaterale e creare un meccanismo attraverso il quale tutti coloro che hanno subito conseguenze dalle azioni dell'esercito russo potranno ricevere risarcimenti per le proprie perdite". Così il primo ministro dell'Ucraina Denys Smihal scrive sulla sua pagina Telegram ieri sera ed aggiunge: "In base a tale accordo, i fondi russi e le proprietà sotto la giurisdizione dei paesi partner devono essere sequestrati o congelati, quindi confiscati e inviati a un fondo appositamente creato, da cui tutte le vittime dell'aggressione russa possono ricevere un risarcimento. Questo è ciò che sarebbe giusto fare. Così la Russia sentirà il vero peso di ogni missile, di ogni bomba e ogni proiettile sparati contro l'Ucraina".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli