Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.210,92
    +336,68 (+0,99%)
     
  • Nasdaq

    14.341,75
    +70,02 (+0,49%)
     
  • Nikkei 225

    28.875,23
    +0,34 (+0,00%)
     
  • EUR/USD

    1,1936
    +0,0003 (+0,02%)
     
  • BTC-EUR

    29.198,16
    +797,52 (+2,81%)
     
  • CMC Crypto 200

    838,70
    +52,08 (+6,62%)
     
  • HANG SENG

    28.882,46
    +65,39 (+0,23%)
     
  • S&P 500

    4.264,62
    +22,78 (+0,54%)
     

Zona euro, crollano ad aprile nuovi prestiti per imprese, massa M3 cala a 9,2%

·1 minuto per la lettura
Il logo Bce a Francoforte

FRANCOFORTE (Reuters) - I nuovi prestiti alle imprese della zona euro sono crollati ad aprile, confermando i piani delle banche di restringere l'accesso al credito, in seguito all'uscita dei Paesi Ue dai lockdown nazionali.

Lo mostrano i dati pubblicati dalla Banca centrale europea.

Con il contenimento della terza ondata pandemica, l'attività economica ha iniziato ad accelerare ad aprile, dopo una doppia recessione, anche se gran parte del settore dei servizi è rimasta chiusa con ripercussioni negative sui bilanci.

Il flusso mensile di prestiti alle aziende della zona euro è negativo per 27 miliardi di euro ad aprile, dopo un dato positivo pari a 51 miliardi di euro a marzo, secondo i dati Bce.

Il tasso di crescita annuale dei prestiti alle imprese è calato al 3,2% da 5,3% nell'aprile dell'anno precedente, ai minimi di 14 mesi.

La crescita dei prestiti alle famiglie è accelerata al 3,8% da 3,3%.

Il tasso di crescita annuale della massa monetaria M3, un indicatore degli ingenti acquisti di bond da parte della Bce, è calato in aprile al 9,2% dal 10,0% rilevato nel mese precedente, deludendo le attese del mercato per un aumento del 9,5%.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in Redazione a Milano Cristina Carlevaro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli