Italia markets close in 5 hours 49 minutes
  • FTSE MIB

    20.494,29
    -467,09 (-2,23%)
     
  • Dow Jones

    29.134,99
    -125,82 (-0,43%)
     
  • Nasdaq

    10.829,50
    +26,58 (+0,25%)
     
  • Nikkei 225

    26.173,98
    -397,89 (-1,50%)
     
  • Petrolio

    78,19
    -0,31 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    19.537,91
    -1.710,25 (-8,05%)
     
  • CMC Crypto 200

    427,04
    -32,09 (-6,99%)
     
  • Oro

    1.626,60
    -9,60 (-0,59%)
     
  • EUR/USD

    0,9557
    -0,0040 (-0,42%)
     
  • S&P 500

    3.647,29
    -7,75 (-0,21%)
     
  • HANG SENG

    17.250,88
    -609,43 (-3,41%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.260,09
    -68,56 (-2,06%)
     
  • EUR/GBP

    0,8949
    +0,0011 (+0,12%)
     
  • EUR/CHF

    0,9490
    -0,0025 (-0,26%)
     
  • EUR/CAD

    1,3204
    +0,0034 (+0,26%)
     

Zona euro, inflazione a medio termine potrebbe essere superiore di attese - Lagarde

Bandiere della zona euro davanti alla Commissione europea a Bruxelles

FRANCOFORTE (Reuters) - L'inflazione a medio termine della zona euro potrebbe risultare più alta del previsto.

Lo ha detto la presidente della Banca centrale europea Christine Lagarde.

Lagarde ha citato come cause di tale situazione il peggioramento della capacità produttiva della zona euro, gli ulteriori aumenti dei prezzi dell'energia e dei generi alimentari, l'aumento delle attese sull'inflazione, al di sopra del target della Bce, o aumenti salariali più elevati del previsto.

"Tuttavia, se i costi dell'energia dovessero diminuire o se la domanda dovesse indebolirsi nel medio termine, le pressioni sui prezzi diminuirebbero", ha dichiarato Lagarde in una conferenza stampa.

La Bce ha alzato le sue proiezioni sull'inflazione, aumentando dal 3,5% al 5,5% le previsioni per il 2023 e ponendo il tasso del 2024 al 2,3%, al di sopra del suo obiettivo del 2%.

(Tradotto da Chiara Bontacchio, editing Gianluca Semeraro)