Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.888,27
    -92,05 (-0,27%)
     
  • Nasdaq

    12.965,42
    +27,30 (+0,21%)
     
  • Nikkei 225

    28.942,14
    -280,63 (-0,96%)
     
  • EUR/USD

    1,0087
    -0,0093 (-0,92%)
     
  • BTC-EUR

    23.145,38
    -246,97 (-1,06%)
     
  • CMC Crypto 200

    556,64
    -1,10 (-0,20%)
     
  • HANG SENG

    19.763,91
    -158,54 (-0,80%)
     
  • S&P 500

    4.276,30
    +2,26 (+0,05%)
     

Zona euro, prezzi energia pesano per quasi metà inflazione complessiva

Lo skyline di Francoforte fotografato all'inizio della sera

BRUXELLES (Reuters) - Quasi la metà dell'inflazione record registrata a giugno nella zona euro è stata causata dall'impennata dei prezzi dell'energia, secondo quanto reso noto da Eurostat, malgrado mentre l'aumento dei prezzi dei generi alimentari è stato il secondo fattore e quello dei servizi il terzo.

Eurostat ha confermato la precedente stima, di un incremento dell'indice dei prezzi al consumo dell'8,6% su base annua a giugno, un altro balzo record dopo l'aumento dell'8,1% a maggio e del 7,4% ad aprile.

I prezzi dell'energia hanno contribuito per 4,19 punti percentuali alla lettura complessiva su base annua, gli alimentari, l'alcol e il tabacco per altri 1,88 punti e i servizi per 1,42 punti, ha detto Eurostat.

L'incremento annuo più elevato è stato registrato in Estonia, dove i prezzi sono aumentati del 22% a giugno. La Lituania ha registrato un'inflazione del 20,5%, la Lettonia del 19,2% e la Slovacchia del 12,6%.

La crescita dei prezzi è stata più bassa a Malta con il 6,1%, in Francia con il 6,5% e in Finlandia con l'8,1%. Il tasso di inflazione della Germania è stato dell'8,2%.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli