Italia markets close in 1 hour 43 minutes
  • FTSE MIB

    26.853,76
    +47,57 (+0,18%)
     
  • Dow Jones

    35.682,65
    +191,96 (+0,54%)
     
  • Nasdaq

    15.343,60
    +107,76 (+0,71%)
     
  • Nikkei 225

    28.820,09
    -278,15 (-0,96%)
     
  • Petrolio

    81,89
    -0,77 (-0,93%)
     
  • BTC-EUR

    52.813,41
    +1.498,72 (+2,92%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,28
    +60,90 (+4,29%)
     
  • Oro

    1.806,90
    +8,10 (+0,45%)
     
  • EUR/USD

    1,1647
    +0,0041 (+0,35%)
     
  • S&P 500

    4.581,56
    +29,88 (+0,66%)
     
  • HANG SENG

    25.555,73
    -73,01 (-0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.227,04
    +6,16 (+0,15%)
     
  • EUR/GBP

    0,8453
    +0,0012 (+0,14%)
     
  • EUR/CHF

    1,0663
    +0,0015 (+0,14%)
     
  • EUR/CAD

    1,4374
    +0,0034 (+0,24%)
     

Zona euro, rialzo inflazione non offre ragione per intervento Bce - Lane

·1 minuto per la lettura
Logo euro presso la sede della Banca centrale europea a Francoforte

FRANCOFORTE (Reuters) - Il recente rialzo dell'inflazione nella zona euro non rappresenta una ragione per un intervento da parte della Bce in termini di politica monetaria dato che la crescita dei prezzi dei servizi e dei salari resta debole.

Lo ha detto l'economista capo della Bce, Philip Lane.

"Riteniamo di essere ancora relativamente lontani dal 2% nel medio termine", ha spiegato Lane durante un evento.

"Non vediamo ancora ragione per un intervento in termini di politica monetaria".

L'inflazione dovrebbe avvicinarsi al 4% entro fine anno, ovvero il doppio dell'oblietitvo Bce, prima di scendere sotto il 2% il prossimo anno.

(In redazione a Milano Sara Rossi, Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli