Italia markets open in 8 hours 55 minutes
  • Dow Jones

    34.580,08
    -59,72 (-0,17%)
     
  • Nasdaq

    15.085,47
    -295,83 (-1,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.029,57
    +276,17 (+1,00%)
     
  • EUR/USD

    1,1310
    +0,0004 (+0,03%)
     
  • BTC-EUR

    43.448,29
    -445,99 (-1,02%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.367,14
    -74,62 (-5,18%)
     
  • HANG SENG

    23.766,69
    -22,21 (-0,09%)
     
  • S&P 500

    4.538,43
    -38,67 (-0,84%)
     

Zona euro, surplus commerciale in calo a settembre su balzo costi energetici

·1 minuto per la lettura
Bandiere dell'Unione europea fuori dalla sede della Commissione europea a Bruxelles

BRUXELLES (Reuters) - Il surplus commerciale della zona euro è calato decisamente a settembre rispetto a un anno fa sull'impennata dei costi per importare energia.

L'ufficio statistico dell'Unione europea, Eurostat, ha reso noto che il surplus commerciale dei 19 paesi che condividono l'euro si è attestato a 7,3 miliardi di euro a settembre, in ribasso dai 24,1 miliardi di settembre 2020. Aggiustato per tener conto delle oscillazioni stagionali, il surplus è stato pari a 6,1 miliardi di euro.

Gli economisti intervistati da Reuters avevano previsto un surplus non destagionalizzato di 6,5 miliardi di euro.

Il calo in termini tendenziali è dovuto principalmente al maggior disavanzo commerciale per l'energia, pari a 176,1 miliardi di euro nel periodo gennaio-settembre da 119,9 miliardi dello stesso periodo 2020.

Il deficit commerciale con la Russia, primo fornitore di gas e greggio nella zona euro, è balzato a quasi 43 miliardi di euro nei primi nove mesi da 13 miliardi dello stesso periodo dello scorso anno.

La bilancia commerciale della zona euro con la Norvegia, altro importante fornitore energetico, ha mostrato un deficit di 4,4 miliardi di euro nei primi nove mesi 2021 da un surplus di 4,1 miliardi di euro un anno prima.

Il surplus commerciale della zona euro con la Gran Bretagna - dopo che la nazione ha lasciato il mercato unico dell'Unione europea alla fine del 2020 - ha continuato a espandersi, raggiungendo i 105,3 miliardi di euro nei primi nove mesi del 2021, in rialzo da 77 miliardi di euro un anno fa. Le esportazioni sono salite del 4,5% e le importazioni sono calate del 16% nel periodo.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in Redazione a Milano Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli