Annuncio pubblicitario
Italia markets open in 5 hours 3 minutes
  • Dow Jones

    38.647,10
    -65,11 (-0,17%)
     
  • Nasdaq

    17.667,56
    +59,12 (+0,34%)
     
  • Nikkei 225

    38.671,42
    -49,05 (-0,13%)
     
  • EUR/USD

    1,0745
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • Bitcoin EUR

    62.102,20
    -1.232,11 (-1,95%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.414,02
    +1,07 (+0,08%)
     
  • HANG SENG

    18.019,91
    -92,72 (-0,51%)
     
  • S&P 500

    5.433,74
    +12,71 (+0,23%)
     

Zona euro, vendite dettaglio gennaio più deboli del previsto

Bandiere dell'Unione europea a Francoforte, in Germania

BRUXELLES (Reuters) - Le vendite al dettaglio della zona euro sono rimbalzate molto meno del previsto su base mensile a gennaio e sono calate su base annua, sottolineando la debolezza della domanda dei consumatori e un più ampio rallentamento dell'economia.

L'ufficio statistico dell'Unione europea Eurostat ha detto che le vendite al dettaglio nei 20 Paesi che condividono l'euro sono aumentate dello 0,3% su base congiunturale a gennaio, per un calo del 2,3% rispetto allo stesso mese del 2022.

Questo dato si è rivelato ben al di sotto delle aspettative degli economisti intervistati da Reuters, che avevano previsto un aumento dell'1,0% su base mensile e un calo dell'1,8% su base annua.

Gli economisti considerano le vendite al dettaglio un buon indicatore della domanda dei consumatori, che ha sofferto a causa dell'inflazione dilagante, innescata principalmente dall'aumento dei prezzi dell'energia e dei generi alimentari, ma che si è propagata anche in altri settori dell'economia.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Sabina Suzzi)