Italia markets close in 7 hours 19 minutes
  • FTSE MIB

    23.215,47
    -49,39 (-0,21%)
     
  • Dow Jones

    31.535,51
    +603,14 (+1,95%)
     
  • Nasdaq

    13.588,83
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    29.408,17
    -255,33 (-0,86%)
     
  • Petrolio

    59,83
    -0,81 (-1,34%)
     
  • BTC-EUR

    40.899,46
    +1.746,79 (+4,46%)
     
  • CMC Crypto 200

    987,16
    +0,51 (+0,05%)
     
  • Oro

    1.720,00
    -3,00 (-0,17%)
     
  • EUR/USD

    1,1999
    -0,0061 (-0,50%)
     
  • S&P 500

    3.901,82
    +90,67 (+2,38%)
     
  • HANG SENG

    29.095,86
    -356,71 (-1,21%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.700,47
    -6,15 (-0,17%)
     
  • EUR/GBP

    0,8653
    -0,0000 (-0,00%)
     
  • EUR/CHF

    1,1026
    +0,0008 (+0,07%)
     
  • EUR/CAD

    1,5231
    -0,0001 (-0,00%)
     

Zona gialla, ristoranti e bar Roma: incassi aumentano ma non basta

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

La zona gialla, con riaperture e clienti, ridà fiato a ristoranti, bar e locali a Roma. "La prima settimana di riapertura a Roma di bar, ristoranti, pizzerie e gelaterie ha fatto registrare un lieve incremento di incassi. Una ripartenza positiva, incoraggiante anche per la filiera dell’agroalimentare, ma insufficiente rispetto agli standard in pieno regime e ancora molto lontana da quell’equilibrio economico che possa garantire ai ristoratori di uscire dalla crisi", dice Claudio Pica, presidente della Fiepet-Confesercenti di Roma e Lazio.

"In 6 giorni il food nella Capitale - spiega - ha movimentato 18 milioni di euro, con 8 locali su 10 aperti a pranzo. Ci aspettiamo quindi che venga premiato il coraggio delle imprese romane che con grande sofferenza e coraggio sono rimaste in piedi in questo anno difficile. Per questo la Fiepet-Confesercenti rinnova l’appello alle Istituzioni di valutare la riapertura serale, in sicurezza e con i dovuti controlli, per i bar e per i ristoranti fino alle 22", aggiunge.

"Una nostra proposta, su cui abbiamo già sollecitato il presidente della Regione Lazio Zingaretti affinché intervenga presso il Governo, e che ha trovato anche il favore del sottosegretario alla Salute Sileri. Riaprire fino alle 22 semmai solo con servizio al tavolo, almeno in un prossimo primo step, significa sostenere le Pmi del territorio, evitare che altre aziende chiudano e mantenere i livelli occupazionali perché molte imprese potrebbero reintegrare i dipendenti dalla cassa integrazione", conclude Pica.