Italia Markets closed

Aeronautica, Made in Italy in grande spolvero al Salone di Parigi

Le Bourget, 19 giu. (askanews) - Made in Italy in grande spolvero al Salone aeronautico francese di Le Bourget, alle porte di Parigi. Il consorzio Atr, di cui fa parte anche l'italiana Leonardo, ha portato a casa uno straordinario accordo con Nac, azienda di leasing specializzata in velivoli regionali, per la vendita di 35 aerei Atr 72 della serie -600, da 78 posti, con un'opzione per altri 35 velivoli e diritti d'acquisto per ulteriori 35. Le consegne inizieranno a partire dal 2020 e continueranno fino al 2025.

L'ATR72-600, qui ripreso con la livrea della compagnia Silver che lo utilizzerà in Florida, è un aereo particolarmente versatile, affidabile ed eco-friendly, grazie ai suoi motori turboelica che assicurano un vantaggio in termini di consumo di carburante, riducendo di almeno il 40% i costi e le emissioni di Co2.

L'ultima versione, inoltre, offre maggiori comfort per il passeggero con nuovi sedili (in questo specifico esemplare disegnati da Giugiaro) e connettività in cabina. Annunciati anche i primi ordini per la versione Stol in grado di operare da piste più corte rispetto a quelle convenzionali.

Atr inoltre sta mettendo a punto un sistema di realtà aumentata denominato "Clear vision" che permette ai piloti di operare in sicurezza anche in condizioni di bassissima visibilità.

Leonardo a Parigi ha anche annunciato di aver firmato nuovi contratti per 5 ulteriori elicotteri AW139 destinati ai Vigili del Fuoco che verranno consegnati entro giugno 2020.

Il nuovo contratto prevede un pacchetto di supporto logistico integrato e addestramento per piloti e tecnici. Gli ordini hanno un valore di oltre 75 milioni di euro e fanno seguito all'acquisto delle prime 3 unità, di cui due già consegnate quest anno. Il terzo, invece, era in esposizione statica proprio a Le Bourget ed è stato ammirato anche dal premier Giuseppe Conte e dal ministro della Difesa, Elisabetta Trenta che ha anche scherzato con i piloti.

Esposti a Parigi anche i jet d'addestramento italiani M-346 e, soprattutto, il nuovissimo M-345 i cui primi 13 esemplari verranno consegnati all'Aeronautica Militare a partire da gennaio 2020. Questo aereo sostituirà gli Mb-339 alla scuola di volo di Galatina e della Pattuglia acrobatica nazionale "Frecce Tricolori" che dovrebbe essere l'ultimo reparto dell'Aeronautica a ricevere il nuovo jet.