Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.880,24
    +618,34 (+1,98%)
     
  • Nasdaq

    11.535,27
    +180,66 (+1,59%)
     
  • Nikkei 225

    27.001,52
    +262,49 (+0,98%)
     
  • EUR/USD

    1,0694
    +0,0132 (+1,25%)
     
  • BTC-EUR

    27.504,71
    -777,93 (-2,75%)
     
  • CMC Crypto 200

    658,56
    -16,31 (-2,42%)
     
  • HANG SENG

    20.470,06
    -247,18 (-1,19%)
     
  • S&P 500

    3.973,75
    +72,39 (+1,86%)
     

Affitto agli studenti: le regole d’oro per i proprietari di immobili

Il periodo estivo è solitamente l’occasione giusta per gli studenti universitari fuori sede di cercare una stanza o un appartamento in affitto.

Un’ottima occasione per i proprietari di immobili di proporsi sul mercato, ma in che modo? E soprattutto, come avere la garanzia di affittare a giovani “affidabili”?

Si ricorda che il contratto di locazione in questione è detto anche contratto di locazione ad uso transitorio, con il quale è possibile affittare casa a studenti per un periodo massimo di 18 mesi. L’accordo deve essere messo in forma scritta e registrato presso l’Agenzia delle Entrate entro 30 giorni dalla data di inizio del contratto.

Per la registrazione bisogna pagare una marca da bollo da 16 euro per ogni quattro pagine del contratto.

Lo studente può recedere dal contratto per gravi motivi, in qualsiasi momento (Articolo 3, comma 6 della Legge n. 431/98).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli