Italia markets close in 4 hours 17 minutes
  • FTSE MIB

    24.642,89
    +21,17 (+0,09%)
     
  • Dow Jones

    34.429,88
    +34,88 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.461,50
    -20,90 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    27.820,40
    +42,50 (+0,15%)
     
  • Petrolio

    82,26
    +2,28 (+2,85%)
     
  • BTC-EUR

    16.347,84
    +183,80 (+1,14%)
     
  • CMC Crypto 200

    409,64
    +8,22 (+2,05%)
     
  • Oro

    1.808,10
    -1,50 (-0,08%)
     
  • EUR/USD

    1,0571
    +0,0040 (+0,38%)
     
  • S&P 500

    4.071,70
    -4,87 (-0,12%)
     
  • HANG SENG

    19.518,29
    +842,94 (+4,51%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.969,09
    -8,81 (-0,22%)
     
  • EUR/GBP

    0,8597
    +0,0024 (+0,29%)
     
  • EUR/CHF

    0,9875
    +0,0007 (+0,07%)
     
  • EUR/CAD

    1,4174
    -0,0012 (-0,08%)
     

Animali, Cc Catania fermano corsa clandestina cavalli, sequestrato purosangue inglese

(Adnkronos) - I carabinieri di Catania hanno interrotto all’alba a Nicolosi, alle pendici dell’Etna, lo svolgimento di una corsa clandestina di calessi trainati da cavalli e sequestrato uno dei due quadrupedi che avrebbe dovuto gareggiare. Nove le persone denunciate perché ritenute responsabili, in concorso, di maltrattamento di animali, spettacoli o manifestazioni vietate, divieto di combattimento tra animali ed interruzione di pubblico servizio, che sono state anche sanzionate complessivamente per oltre 7mila euro. I militari, appreso che si sarebbe tenuta una corsa clandestina di cavalli che avrebbe attirato un pubblico numeroso a causa della posta in palio per il vincitore, 200 mila euro, si sono appostati nelle vicinanze del luogo stabilito per la gara, hanno atteso l’arrivo di diverse centinaia di persone e, per evitare incidenti, hanno deciso di qualificarsi e disperdere il pubblico riuscendo a bloccare il furgone che trasportava uno dei due cavalli che avrebbe dovuto gareggiare, ‘Lampo’, un purosangue inglese noto nell’ambiente delle corse per aver partecipato a competizioni a livello nazionale. L'animale è stato affidato in custodia al Centro per l'Incremento Ippico per la Sicilia e sarà sottoposto dall’Asp di Paternò ad analisi biologiche, farmacologiche e per la ricerca di sostanze dopanti.