Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,55 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.761,05
    +424,38 (+1,27%)
     
  • Nasdaq

    13.047,19
    +267,27 (+2,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.546,98
    +727,65 (+2,62%)
     
  • Petrolio

    91,88
    -2,46 (-2,61%)
     
  • BTC-EUR

    23.958,56
    -287,00 (-1,18%)
     
  • CMC Crypto 200

    574,64
    +3,36 (+0,59%)
     
  • Oro

    1.818,90
    +11,70 (+0,65%)
     
  • EUR/USD

    1,0257
    -0,0068 (-0,66%)
     
  • S&P 500

    4.280,15
    +72,88 (+1,73%)
     
  • HANG SENG

    20.175,62
    +93,19 (+0,46%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.776,81
    +19,76 (+0,53%)
     
  • EUR/GBP

    0,8457
    -0,0001 (-0,02%)
     
  • EUR/CHF

    0,9656
    -0,0058 (-0,60%)
     
  • EUR/CAD

    1,3100
    -0,0071 (-0,54%)
     

Chi è Angelo Guglielmi, l’uomo che ha fatto la storia della tv

Angelo Guglielmi nasce ad Arona, in provincia di Novara, il 2 aprile 1929.

Si laurea nel 1951 in lettere all’Università di Bologna e insegna nelle scuole medie di Cento e Ferrara.

Tre anni dopo la laurea, supera il concorso per entrare in Rai e dal 1976 al 1987 è a capo del Centro di produzione Rai di via Teulada in Roma. Poi diventa direttore di Rai 3 fino al 1994.

È sua la storica trasmissione “Bontà loro” condotta da Maurizio Costanzo ed è lui a lanciare personaggi divenuti icone della televisione italiana, come Corrado Augias, Michele Santoro, Serena Dandini e Fabio Fazio.

Lancia programmi celebri come Samarcanda, Un giorno in pretura, La TV delle ragazze, Blob, Chi l’ha visto?, Mi manda Lubrano, Ultimo minuto e Quelli che il calcio.

Critico letterario, saggista e giornalista, scrive per Paese Sera, per il Corriere della Sera e per numerose riviste. Fonda il collettivo letterario neo-avanguardista Gruppo 63 con Umberto Eco ed Edoardo Sanguineti. Si spegne nel sonno all’età di 93 anni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli