Italia markets open in 8 hours 45 minutes
  • Dow Jones

    29.683,74
    +548,75 (+1,88%)
     
  • Nasdaq

    11.051,64
    +222,13 (+2,05%)
     
  • Nikkei 225

    26.173,98
    -397,89 (-1,50%)
     
  • EUR/USD

    0,9731
    +0,0134 (+1,39%)
     
  • BTC-EUR

    20.156,53
    +508,81 (+2,59%)
     
  • CMC Crypto 200

    447,10
    +18,32 (+4,27%)
     
  • HANG SENG

    17.250,88
    -609,43 (-3,41%)
     
  • S&P 500

    3.719,04
    +71,75 (+1,97%)
     

Chi è Claudio Garella, il portiere dello scudetto

“Garella è il più forte portiere del mondo. Senza mani, però”.

Con questa frase Gianni Agnelli descrive colui che è stato soprannominato come un supereroe, “Garellik”.

Torinese, nato il 12 maggio del 1955, Claudio Garella diventa famoso per la tendenza a parare la palla con ogni parte del corpo, in uno stile tutto suo.

Cresce nel vivaio del Torino e proprio con la maglia granata debutta in Serie A nel campionato 1972-1973.

Passa poi due stagioni al Casale, prima in Serie D, poi in C. Qui riesce persino a realizzare un gol tirando un calcio di rigore. Dopo un anno al Novara torna in Serie A per difendere la porta della Lazio, poi ancora in B con la Sampdoria.

Il suo nome, però, rimane per sempre legato a due maglie: Verona e Napoli.

Arriva in Veneto nel 1981, ottiene la promozione in Serie A e nella stagione 1984-85 vince uno storico scudetto per l’Hellas.

Nel 1986 passa al Napoli e anche lì, grazie alle giocate di Diego Armando Maradona, si laurea campione d’Italia vincendo il campionato 1986/87.

Le sue ultime esperienze da portiere sono all’Udinese e all’Avellino. Si ritira nel 1991.

Appesi i guanti al chiodo diventa prima allenatore poi dirigente senza grandi fortune.

Il 12 agosto 2022 si spegne all’età di 67 anni per problemi cardiaci in seguito a un intervento chirurgico.

Lascia la moglie Laura e le figlie Claudia e Chantal nate nel 1975 e nel 1985.