Italia Markets open in 1 hr 53 mins

Huawei: 10 milioni di dollari per l'Italia, focus su sviluppatori

Milano, 27 nov. (askanews) - Una giornata milanese per annunciare investimenti in Italia e lanciare un programma dedicato agli sviluppatori: il Huawei Developer Day si è celebrato, per la prima volta nel nostro Paese, davanti ad aziende, web agencies e soprattutto a chi effettivamente poi realizza app e applicazioni digitali. A raccontarci che cosa ha significato questo evento il Deputy General Manager di Huawei CBG Italia, Pier Giorgio Furcas.

"Per Huawei Italia - ha spiegato il manager ad askanews - questo è un momento molto importante, perché abbiamo la possibilità di parlare con i migliori sviluppatori presenti sul nostro territorio, stiamo lanciando la nostra piattaforma digitale in maniera più importante rispetto al progetto che era stato annunciato tempo fa, e questa piattaforma digitale serve per poter collegare al meglio tutto l'ecosistema dei prodotti di Huawei, quindi non solamente dello smartphone, ma anche dei wearable, dei Freebuds o dell'AI Cube, anche le stesse tv che probabilmente nei prossimi mesi arriveranno nel mercato europeo, come è già successo nel mercato cinese".

Il dialogo con le intelligenze del territorio si manifesta poi per Huawei anche con un piano di incentivi dedicato all'Italia, con investimenti annunciati per un valore complessivo di 10 milioni di dollari.

"E' una cifra molto importante - ha aggiunto Furcas - perché ovviamente lo sforzo che chiediamo agli sviluppatori è altrettanto importante e quindi vogliamo restituire quello che loro faranno per noi: aiutarci a lanciare questa piattaforma digitale. Non possiamo lanciarla da soli, ma è un rapporto di collaborazione che nasce con gli sviluppatori e che si protrarrà nel tempo".

Scopo del programma dedicato agli sviluppatori, lo Huawei Developer Program, è quello di potenziare l'offerta dei servizi dello Huawei Mobile Service nelle applicazioni dei partner, per portare, nell'intento del colosso cinese, il proprio HMS a raggiungere e, auspicano, anche a superare i concorrenti. Nell'ottica anche di potenziare l'integrazione tra prodotti e servizi della galassia Huawei.

"Parleremo anche di servizi - ha concluso Pier Giorgio Furcas - in che modo le applicazioni possono interagire con il nostro ecosistema, in modo tale da poter dare all'utente finale qualcosa in più, qualcosa di migliore rispetto a quello che hanno già avuto". All'evento milanese hanno preso parte anche il vicepresidente della Regione Lombardia Fabrizio Sala, l'assessore alla Trasformazione digitale del Comune di Milano, Roberta Cocco e il vice rettore del Politecnico, Giuliano Noci.