Italia markets closed
  • Dow Jones

    27.527,29
    -158,09 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    11.420,83
    +61,90 (+0,54%)
     
  • Nikkei 225

    23.485,80
    -8,54 (-0,04%)
     
  • EUR/USD

    1,1823
    +0,0010 (+0,08%)
     
  • BTC-EUR

    11.524,01
    +424,67 (+3,83%)
     
  • CMC Crypto 200

    270,17
    +8,88 (+3,40%)
     
  • HANG SENG

    24.787,19
    -131,59 (-0,53%)
     
  • S&P 500

    3.396,37
    -4,60 (-0,14%)
     

La luce led che uccide il coronavirus

Una potentissima luce led blu sarebbe in grado di “disattivare” batteri e virus, incluso il Sars-Cov-2. È l’incredibile scoperta del Laboratorio di Microbiologia e Virologia dell’università di Siena, in collaborazione con l’azienda Emoled, specializzata in dispositivi sanitari innovativi. Le ricerche hanno dimostrato che dopo 15-30 minuti di esposizione a questa luce blu, a una lunghezza d’onda tra i 410 e i 430 nanometri, il Covid si indebolisce e perde vitalità. Il led in questione è ritenuto completamente innocuo per l’uomo perché non interagisce con il Dna delle cellule ed è già utilizzato per curare ulcere e ferite che non guariscono. Grazie a questa nuova scoperta, la luce blu può essere ora considerata una valida risorsa per la disinfezione di superfici e ambienti.