Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.938,52
    -66,88 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.580,08
    -59,71 (-0,17%)
     
  • Nasdaq

    15.085,47
    -295,85 (-1,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.029,57
    +276,20 (+1,00%)
     
  • Petrolio

    66,60
    +0,10 (+0,15%)
     
  • BTC-EUR

    47.536,83
    -3.093,36 (-6,11%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.366,61
    -75,16 (-5,21%)
     
  • Oro

    1.785,30
    +22,60 (+1,28%)
     
  • EUR/USD

    1,1313
    +0,0008 (+0,07%)
     
  • S&P 500

    4.538,43
    -38,67 (-0,84%)
     
  • HANG SENG

    23.766,69
    -22,24 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.080,15
    -27,87 (-0,68%)
     
  • EUR/GBP

    0,8542
    +0,0048 (+0,57%)
     
  • EUR/CHF

    1,0382
    -0,0015 (-0,14%)
     
  • EUR/CAD

    1,4524
    +0,0051 (+0,35%)
     

Ruby ter, Barbara Guerra: "Berlusconi mi ha chiamato dopo mie parole in Aula"

"Il giorno dopo la mia presenza in tribunale ho ricevuto una telefonata da Arcore, da Berlusconi, io ho negato l’invito dicendo se voleva di contattare i miei legali". Così Barbara Guerra, ex protagonista delle serate nella villa di Silvio Berlusconi e imputata nel processo milanese Ruby ter. Lo scorso 6 ottobre, la giovane aveva parlato al termine dell’udienza dicendosi pronta a dire tutto sul ‘bunga bunga’. "E' durata 10 minuti questa conversazione, poi magari quando ci sarà l’udienza con i magistrati farò presente anche di questa telefonata", aggiunge a margine dell’udienza odierna. "I toni non erano molto amichevoli. Non ho più rapporti con lui. Quindi sentirmi chiamare dopo 24 ore dopo mesi che non ti sento è un po’ strano. Non voglio aggiungere altro", aggiunge Barbara Guerra che rimarca: "Io sono qui per la mia difesa. Sono innocente. Non ho corrotto e non ho preso soldi. Anzi sono solo una vittima di questo processo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli