Italia Markets close in 4 hrs 24 mins

Sostenibiltà imprese: sfide e opportunità, convegno Eurochambres

Roma, 7 ott. (askanews) - Più fatturato su settori che spaziano dall'industria al terziario, assieme a meno costi e miglioramenti su efficienza e innovazione. Sono le opportunità che si aprono alle imprese nella gara sulla sostenibilità. Un percorso che se parte dall'etica e la responsabilità ambientale, promette poi anche grandi benefici economici e occupazionali. Tutti temi al centro dell'Eurochambres Economic Forum, l'evento annuale promosso dall'associazione che rappresenta 1.700 Camere di commercio presenti in 43 Paesi europei.

L'incontro è stato realizzato a Roma in collaborazione con Unioncamere e ha portato a confrontarsi oltre 300 imprenditori e rappresentanti dei sistemi camerali.

In questa transizione le imprese italiane sono capofila, come spiega Andrea Prete, vicepresidente vicario di Unioncamere.

"In Europa tutti devono fare degli sforzi, diciamo che gli italiani sono però i primi, sono quelli che si sono attrezzati meglio, hanno risposto molto bene a tutte le sollecitazioni verso la green economy, l'innovazione, impresa 4.0. Una impresa italiana su 4 ha intrapreso il percorso della sostebibilità e quella impresa è quella che sta esportando di più, è quella che sta assumendo di più è quella che ha fatto passi più importanti verso la green economy".

Grandi opportunità quindi, che però si aprono soprattutto per chi ha la capacità di adattarsi rapidamente, avverte il presidente di Eurochambres, Christoph Leitl.

"Penso che sia una grande opportunità, perché è una sfida globale e dobbiamo risporndervi. E chi riuscirà a rispondere per primo avrà successo. Pensare in una dimensione di sostenibilità fa parte del nostro Dna di europei. Se lo traduciamo in innovazione e soluzioni economiche concrete allora possiamo vincere una competizione globale in cui tutte le regioni del mondo stanno fronteggiando gli stessi problemi".

L'economia circolare richiede anche un grande impegno anche nell'adeguare le forze lavoro, dotandole delle competenze necessarie.

"E' ovvio che però il percorso è solo all'inizio. Qua bisogna educare un sistema, bisogna educare un continente e credo che iniziative come quella di Eurochambres vadano assolutamente in quella direzione. Non dimentichiamo che all'insediamento la presidente della nuova Commissione europea, Ursula von der Leyen ha detto che vuole un 'green deal', noi siamo assolutamente in tema".