Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.893,31
    -112,09 (-0,43%)
     
  • Dow Jones

    34.440,67
    -199,12 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    15.011,38
    -369,94 (-2,41%)
     
  • Nikkei 225

    28.029,57
    +276,20 (+1,00%)
     
  • Petrolio

    67,92
    +1,42 (+2,14%)
     
  • BTC-EUR

    48.992,55
    -1.195,74 (-2,38%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.407,57
    -34,19 (-2,37%)
     
  • Oro

    1.777,40
    +14,70 (+0,83%)
     
  • EUR/USD

    1,1305
    -0,0001 (-0,01%)
     
  • S&P 500

    4.520,66
    -56,44 (-1,23%)
     
  • HANG SENG

    23.766,69
    -22,24 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.069,25
    -38,77 (-0,94%)
     
  • EUR/GBP

    0,8543
    +0,0049 (+0,58%)
     
  • EUR/CHF

    1,0386
    -0,0011 (-0,11%)
     
  • EUR/CAD

    1,4479
    +0,0007 (+0,05%)
     

Tumore al polmone, con i test NGS una nuova arma diagnostica per combatterlo

Con 41mila casi registrati e e 34mila decessi all’anno, in Italia il tumore al polmone è al terzo posto per diffusione. Oggi gli innovativi test NGS (Next Generation Sequencing) consentono una valutazione simultanea di decine di alterazioni genetiche sui carcinomi polmonari non a piccole cellule (NSCLC). In un evento on line promosso da The European House Ambrosetti con il contributo non condizionante di Amgen, è emerso che In Italia un adenocarcinoma su due non viene “fotografato” geneticamente come invece sarebbe possibile e che è dunque necessaria l’adozione, da parte della sanità pubblica, dei test NGS, i quali possono rappresentare anche un risparmio per il servizio sanitario nazionale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli