Italia markets closed
  • FTSE MIB

    27.113,95
    +92,91 (+0,34%)
     
  • Dow Jones

    33.274,15
    +415,12 (+1,26%)
     
  • Nasdaq

    12.221,91
    +208,43 (+1,74%)
     
  • Nikkei 225

    28.041,48
    +258,55 (+0,93%)
     
  • Petrolio

    75,70
    +1,33 (+1,79%)
     
  • Bitcoin EUR

    25.971,14
    -188,55 (-0,72%)
     
  • CMC Crypto 200

    621,79
    +7,58 (+1,23%)
     
  • Oro

    1.969,80
    -10,50 (-0,53%)
     
  • EUR/USD

    1,0847
    -0,0062 (-0,56%)
     
  • S&P 500

    4.109,31
    +58,48 (+1,44%)
     
  • HANG SENG

    20.400,11
    +90,98 (+0,45%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.315,05
    +29,63 (+0,69%)
     
  • EUR/GBP

    0,8789
    -0,0014 (-0,16%)
     
  • EUR/CHF

    0,9917
    -0,0045 (-0,45%)
     
  • EUR/CAD

    1,4646
    -0,0095 (-0,65%)
     

4 lezioni dal collasso di FTX

4 lezioni dal collasso di FTX
4 lezioni dal collasso di FTX


L'analisi del collasso di FTX

L'8 novembre 2021 i prelievi dei clienti sono stati congelati su FTX, il secondo exchange di criptovalute al mondo. Poco dopo, la società ha presentato istanza di fallimento ai sensi del Capitolo 11. Sam Bankman-Fried, fondatore e CEO dell'exchange, è stato arrestato dalle autorità delle Bahamas per frode telematica, frode in materia di sicurezza e riciclaggio di denaro. Da allora Bankman-Fried è stato trasferito negli Stati Uniti dove ha pagato una cauzione di 250 milioni di dollari. John Ray, un avvocato specializzato nella liquidazione di società in bancarotta (noto soprattutto per il suo recente ruolo con Enron), ha assunto la carica di CEO di FTX.

Alameda Research

Sembra che Sam Bankman-Fried abbia compiuto numerose attività illegali. Degna di nota è stata la commistione dei fondi dei clienti tra l'exchange FTX e la società di ricerca Alameda, un hedge fund fondato da Bankman-Fried. L'attività del portafoglio mostra che alcuni fondi dei clienti sono passati attraverso Alameda Research prima di raggiungere FTX, il che rappresenta una grave violazione legale. Inoltre, gran parte dei fondi non è mai arrivata a FTX. Nonostante i termini e le condizioni - che affermano che le risorse degli utenti erano detenute 1:1 sull'exchange - non lo sono mai state.  Bankman-Fried, insieme a un gruppo segreto di giovani trader, ha utilizzato i fondi dei clienti per investimenti in criptovalute ad alto rischio.

Per un po' questa attività illegale ha funzionato. C'era abbastanza liquidità sulla piattaforma per consentire ai clienti di ritirare i propri fondi.  Bankman-Fried ha beneficiato notevolmente con un patrimonio netto registrato di oltre 25 miliardi di dollari nel 2021 (sulla carta). Tuttavia, una volta che il mercato è cambiato e gli investimenti in criptovalute detenuti tra FTX e Alameda Research sono crollati di circa l'80%, i prelievi degli utenti sono stati messi a repentaglio. La crescente consapevolezza pubblica dell'insolvenza di FTX ha intensificato il problema e, a sua volta, ha innescato un afflusso massiccio di richieste di prelievo sull'exchange FTX. Con il sorgere del panico sul futuro di FTX, si è verificato un rapido aumento delle transazioni da FTX ad Alameda.

screenshot_2023-02-12_at_4.53.34_pm.png
screenshot_2023-02-12_at_4.53.34_pm.png


Il token FTT

Un altro strumento utilizzato da Bankman-Fried per aumentare il valore di FTX era il suo token nativo FTT (CRYPTO:FTT).  Il token, che non ha valore intrinseco, era una delle maggiori partecipazioni nel bilancio di FTX. Inoltre, valeva il 40% dei 14,6 miliardi di dollari di attività di Alameda.

In un mondo in cui le criptovalute sono abbondanti, ma i casi d'uso effettivi sono rari, il token FTT era in cima alla lista dei token inutili. Tuttavia, era tra le prime 25 criptovalute per capitalizzazione di mercato, con un valore di oltre 2 miliardi di dollari.  In definitiva, FTT è stato un modo per investire in FTX e, finché l'exchange ha avuto successo, anche il token ha avuto successo.

Il crollo di FTT non è dovuto alla sua mancanza di valore intrinseco (ci sono molti token inutili con capitalizzazioni di mercato elevate), ma al fatto che si trattava di un token a basso flottante, con solo pochi player che detenevano la stragrande maggioranza dei token. Questa scoperta della grande somma di token FTT che FTX aveva in bilancio ha mostrato che si trattava di un castello di carte in attesa di crollare. Quando Changpeng Zhao, il CEO di Binance, ha segnalato che Binance avrebbe scaricato i suoi 2,1 miliardi di dollari in token FTT, ha portato a un panic sell. Il token è crollato da circa 25 a quasi 1 dollari. L'asset più detenuto di FTX, che valeva 79 per token nel 2021, oggi è quasi privo di valore.

screenshot_2023-02-16_at_2.47.22_pm.png
screenshot_2023-02-16_at_2.47.22_pm.png

                                              Fonte: CoinMarketCap

FTX a confronto con FTX US

Un avvertimento importante in tutto questo è che ci sono due entità separate: FTX e FTX US. L'exchange originale fondato da Bankman-Fried è gestito dalle Bahamas ed è soggetto a una regolamentazione flessibile. La versione per gli Stati Uniti è soggetta a requisiti normativi diversi e in ultima analisi è gestita da una società diversa: FTX Trading Ltd. Anche Binance segue questa struttura, con un exchange internazionale che opera dalle Isole Cayman e una versione americana di Binance che è tecnicamente un'entità separata.

In contrasto con i mega exchange che operano in luoghi dubbi, esiste una suite di exchange con sede negli Stati Uniti; più piccoli, ma apparentemente più affidabili, e includono Coinbase, Kraken e Gemini. È in corso una spinta per una maggiore trasparenza degli exchange centralizzati con gli utenti che richiedono prove di fondi. I massimi dirigenti statunitensi stanno esplorando modi cripto-nativi per dimostrare ai propri utenti che i loro exchange sono davvero supportati 1:1 in attività liquide.

L'ultima rivelazione tra FTX e FTX US include le affermazioni di Bankman-Fried secondo cui FTX US è completamente solvibile. Poche settimane dopo aver trascorso del tempo nella prigione delle Bahamas, Bankman-Fried ha pubblicato un post, in cui affermava: "Questo post riguarda la (in)solvibilità di FTX International. Non si tratta di FTX US, perché FTX US è completamente solvibile e lo è sempre stata. È ridicolo che gli utenti statunitensi di FTX non abbiano ancora recuperato i loro fondi. Via SBF Substack".

Responsabilità

Mentre il crollo è stato in gran parte dovuto all'attività fraudolenta di Bankman-Fried e alla scarsa tokenomics dietro FTT, la gestione di FTX è stata un'altra causa principale. FTX non aveva consiglio di amministrazione o CFO. I loro libri contabili erano scarsi o inesistenti (utilizzando Intuit QuickBooks per la contabilità). Il totale fallimento nella gestione solleva la domanda centrale, ossia in che modo FTX ha ricevuto finanziamenti dalle migliori società di Venture Capital? Perché l'exchange è stato autorizzato a operare negli Stati Uniti? Inoltre, perché FTX ha avuto così tanta influenza sulle misure di regolamentazione delle criptovalute? Altri attori sono coinvolti in questo scandalo, alcuni dei quali potrebbero essere figure politico-pubbliche, ed è probabile che altri grandi nomi entrino nei processi a venire, oltre a quello di Sam Bankman-Fried.

Continua a leggere su Benzinga Italia