Annuncio pubblicitario
Italia markets close in 3 hours 6 minutes
  • FTSE MIB

    34.588,92
    +128,40 (+0,37%)
     
  • Dow Jones

    39.671,04
    -201,95 (-0,51%)
     
  • Nasdaq

    16.801,54
    -31,08 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    39.103,22
    +486,12 (+1,26%)
     
  • Petrolio

    78,14
    +0,57 (+0,73%)
     
  • Bitcoin EUR

    64.356,57
    -122,35 (-0,19%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.512,46
    +9,80 (+0,65%)
     
  • Oro

    2.370,10
    -22,80 (-0,95%)
     
  • EUR/USD

    1,0855
    +0,0028 (+0,26%)
     
  • S&P 500

    5.307,01
    -14,40 (-0,27%)
     
  • HANG SENG

    18.868,71
    -326,89 (-1,70%)
     
  • Euro Stoxx 50

    5.057,09
    +31,92 (+0,64%)
     
  • EUR/GBP

    0,8519
    +0,0010 (+0,12%)
     
  • EUR/CHF

    0,9906
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4832
    +0,0016 (+0,11%)
     

Banche Italia, in marzo calo prestiti a imprese poco variato

Un edificio della Banca d'Italia nel centro di Roma

MILANO (Reuters) - In marzo il calo dei prestiti delle banche italiane alle società non finanziarie è rimasto pressoché stabile rispetto al mese precedente.

E' quanto emerge dai dati della Banca d'Italia.

Nel mese in esame il calo tendenziale nell'erogazione di nuovi finanziamenti alle imprese è pari al 3,9% rispetto alla flessione di 3,8% del mese di febbraio.

I dati di Bankitalia mostrano inoltre che su anno in marzo il calo dei depositi dei residenti presso le banche italiane è nullo dopo la flessione di 1,2% in febbraio.

Su base mensile il controvalore dei depositi cala però a 2.316 miliardi di euro da 2.389 miliardi di febbraio.

La raccolta obbligazionaria nel mese in esame aumenta del 18,7% annuo rispetto al 18,0% del mese precedente.

(Sara Rossi, editing Claudia Cristoferi)