Annuncio pubblicitario
Italia markets closed
  • FTSE MIB

    32.700,92
    +344,66 (+1,07%)
     
  • Dow Jones

    39.131,53
    +62,42 (+0,16%)
     
  • Nasdaq

    15.996,82
    -44,80 (-0,28%)
     
  • Nikkei 225

    39.098,68
    +836,48 (+2,19%)
     
  • Petrolio

    76,57
    -2,04 (-2,60%)
     
  • Bitcoin EUR

    47.620,46
    +686,79 (+1,46%)
     
  • CMC Crypto 200

    885,54
    0,00 (0,00%)
     
  • Oro

    2.045,80
    +15,10 (+0,74%)
     
  • EUR/USD

    1,0823
    -0,0005 (-0,04%)
     
  • S&P 500

    5.088,80
    +1,77 (+0,03%)
     
  • HANG SENG

    16.725,86
    -17,09 (-0,10%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.872,57
    +17,21 (+0,35%)
     
  • EUR/GBP

    0,8538
    -0,0009 (-0,11%)
     
  • EUR/CHF

    0,9531
    +0,0004 (+0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,4606
    +0,0020 (+0,14%)
     

Bce, Nagel apre a rialzi più contenuti, ma strada è ancora lunga

Il presidente della Bundesbank, Joachim Nagel, a Koenigswinter, vicino Bonn, in Germania

(Cambia Usn)

FRANCOFORTE (Reuters) - Il presidente della Bundesbank, Joachim Nagel, ha aperto la porta a minori aumenti dei tassi d'interesse da parte della Banca centrale europea, ma ha affermato che la strada è ancora lunga.

Con un'inflazione a due cifre nella zona euro, la Bce ha aumentato i tassi di interesse con incrementi record di 75 punti base, ma diversi esponenti hanno chiesto aumenti più contenuti a partire da dicembre.

Nagel, tra i falchi della Bce che generalmente sono favorevoli a tassi più alti, ha detto ai giornalisti che anche un aumento di 50 punti base sarebbe considerato "forte", ma ha aggiunto che i tassi sono ancora così bassi da stimolare l'economia e "relativamente lontani" dal limitarla.

"Anche 50 punti base sono una mossa forte", ha detto Nagel.

Riguardo all'inflazione, Nagel ha detto che "probabilmente anche nel 2024 non saremo ancora ... nuovamente vicino al 2%".

Il presidente della Bundesbank ha ribadito l'invito ad iniziare la riduzione del bilancio della Bce all'inizio del prossimo anno.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Antonella Cinelli)