Annuncio pubblicitario
Italia markets closed
  • FTSE MIB

    32.934,29
    +353,35 (+1,08%)
     
  • Dow Jones

    39.087,38
    +90,99 (+0,23%)
     
  • Nasdaq

    16.274,94
    +183,02 (+1,14%)
     
  • Nikkei 225

    39.910,82
    +744,63 (+1,90%)
     
  • Petrolio

    79,81
    +1,55 (+1,98%)
     
  • Bitcoin EUR

    57.147,65
    -749,43 (-1,29%)
     
  • CMC Crypto 200

    885,54
    0,00 (0,00%)
     
  • Oro

    2.091,60
    +36,90 (+1,80%)
     
  • EUR/USD

    1,0839
    +0,0032 (+0,29%)
     
  • S&P 500

    5.137,08
    +40,81 (+0,80%)
     
  • HANG SENG

    16.589,44
    +78,00 (+0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.894,86
    +17,09 (+0,35%)
     
  • EUR/GBP

    0,8567
    +0,0010 (+0,12%)
     
  • EUR/CHF

    0,9573
    +0,0017 (+0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,4682
    +0,0013 (+0,09%)
     

Bce non ha bisogno di creare ulteriore rallentamento - Cipollone

Sede della Banca Centrale Europea (Bce) a Francoforte

FRANCOFORTE (Reuters) - La Banca centrale europea non ha bisogno di creare ulteriore rallentamento nell'economia della zona euro per tenere sotto controllo l'inflazione, perché la domanda è già debole.

Lo ha detto Piero Cipollone, membro del comitato esecutivo della Bce.

"Con una domanda ancora debole e aspettative di inflazione ancorate, non serve che la politica monetaria generi ulteriore rallentamento per tenere a bada l'inflazione", ha detto Cipollone nelle sue prime osservazioni sulla politica monetaria da quando è entrato a far parte della Bce alla fine dello scorso anno.

"L'attenuazione degli shock dell'offerta crea un margine per la ripresa della domanda senza alimentare l'inflazione".

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Stefano Bernabei)