Annuncio pubblicitario
Italia Markets close in 1 hr 30 mins
  • FTSE MIB

    34.536,16
    +75,64 (+0,22%)
     
  • Dow Jones

    39.458,18
    -212,86 (-0,54%)
     
  • Nasdaq

    16.888,53
    +86,98 (+0,52%)
     
  • Nikkei 225

    39.103,22
    +486,12 (+1,26%)
     
  • Petrolio

    78,32
    +0,75 (+0,97%)
     
  • BTC-EUR

    62.876,58
    -1.229,59 (-1,92%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.484,45
    -18,21 (-1,21%)
     
  • Oro

    2.355,30
    -37,60 (-1,57%)
     
  • EUR/USD

    1,0838
    +0,0011 (+0,0975%)
     
  • S&P 500

    5.312,14
    +5,13 (+0,10%)
     
  • HANG SENG

    18.868,71
    -326,89 (-1,70%)
     
  • Euro Stoxx 50

    5.047,95
    +22,78 (+0,45%)
     
  • EUR/GBP

    0,8522
    +0,0013 (+0,15%)
     
  • EUR/CHF

    0,9908
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • EUR/CAD

    1,4827
    +0,0011 (+0,07%)
     

Borsa Milano, avvio incerto, soffre ancora Stellantis, bene le banche

Un uomo davanti alla borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Piazza Affari inizia la seduta con passo incerto, in linea con le altre borse europee, dopo che la riunione della Fed ieri si è conclusa con la conferma dei tassi come nelle attese.

Dopo la pausa di ieri e il calo di martedì, intorno alle 9,30 l'indice Ftse Mib sale dello 0,1%.

Rimbalzano le banche, con Mps in vetta al listino delle blu chip con +2,7%. Banco Bpm, Intesa Sanpaolo e UniCredit salgono tutte più dell'1% in un cotesto positivo per il comparto anche in Europa.

Prosegue la discesa di Stellantis, in calo del 4% dopo il crollo di oltre 10% registrato martedì in seguito ai risultati del primo trimestre. L'indice automotive europeo è in calo di quasi 1%.

Pesano sul listino anche Stm (-1,6%) e Eni (-1,6%).

Bene le utility (Hera +2,2%, Enel +1,4%).

(Claudia Cristoferi, editing Andrea Mandalà)