Annuncio pubblicitario
Italia markets close in 6 hours 7 minutes
  • FTSE MIB

    32.592,57
    -108,35 (-0,33%)
     
  • Dow Jones

    39.131,53
    +62,43 (+0,16%)
     
  • Nasdaq

    15.996,82
    -44,78 (-0,28%)
     
  • Nikkei 225

    39.233,71
    +135,01 (+0,35%)
     
  • Petrolio

    76,11
    -0,38 (-0,50%)
     
  • Bitcoin EUR

    47.180,66
    -410,44 (-0,86%)
     
  • CMC Crypto 200

    885,54
    0,00 (0,00%)
     
  • Oro

    2.044,60
    -4,80 (-0,23%)
     
  • EUR/USD

    1,0847
    +0,0025 (+0,23%)
     
  • S&P 500

    5.088,80
    +1,77 (+0,03%)
     
  • HANG SENG

    16.634,74
    -91,12 (-0,54%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.862,12
    -10,45 (-0,21%)
     
  • EUR/GBP

    0,8551
    +0,0012 (+0,14%)
     
  • EUR/CHF

    0,9538
    +0,0008 (+0,08%)
     
  • EUR/CAD

    1,4659
    +0,0049 (+0,34%)
     

Borsa Milano in cauto rialzo, cede Bper, bene Mps, denaro su Nexi e Saras

Un uomo davanti l'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Piazza Affari si muove in rialzo in avvio di seduta in un contesto globale dei mercati azionari sempre positivo, che vede la Borsa di Tokyo chiudere oggi sui massimi da 34 anni, mentre a New York l'S&P 500 ha nuovamente rivisto i massimi storici in chiusura di seduta ieri.

A spingere le borse asiatiche è sempre il pacchetto di stimoli avviato dalla Cina per sostenere i titoli azionari alla vigilia della lunga settimana festiva legata al Capodanno lunare.

Anche oggi sono attese diverse trimestrali che influenzeranno i corsi azionari.

Intorno alle 9,35 il Ftse Mib guadagna lo 0,20%.

Sul fronte delle banche, ieri sera a mercati chiusi sono arrivati i risultati 2023 di Bper, che arretra dell'1,5% e interrompe la serie positiva di rialzi che durava da quattro sedute consecutive.

Riflettori anche oggi su Banca Mps che cresce dell'1% sulla scia dei risultati del 2023 e il ritorno alla cedola con un ammontare che ha stupito il mercato. Lieve rialzo per Banco Bpm in attesa dei risultati quest'oggi.

Tenta il recupero Intesa (+0,3%) dopo il forte calo di ieri, mentre Unicredit sale dello 0,20%. Si tratta di due titoli che post risultati erano saliti molto.

Fuori dal paniere balza del 2% circa Saras su acquisti speculativi legati all'indiscrezione di Bloomberg secondo cui la famiglia Moratti è stata contattata da potenziali acquirenti, tra cui Vitol Group, interessati a una quota della società.

Bene Nexi in crescita del 3,2%.

Sempre ben raccolta Stellantis in salita dell'1,7%, mentre Ferrari perde l'1% circa su prese di beneficio dopo i ripetuti massimi storici toccati post risultati.

Trascurata Tim che cede lo 0,75% dopo che il cda ieri ha ritenuto non soddisfacente l'offerta del Mef per Sparkle e ha dato mandato all'AD Labriola per negoziare una diversa opzione.

(Giancarlo Navach, editing Sabina Suzzi)