Annuncio pubblicitario
Italia markets closed
  • FTSE MIB

    34.490,71
    +23,01 (+0,07%)
     
  • Dow Jones

    39.069,59
    +4,29 (+0,01%)
     
  • Nasdaq

    16.920,79
    +184,79 (+1,10%)
     
  • Nikkei 225

    38.646,11
    -457,09 (-1,17%)
     
  • Petrolio

    77,80
    +0,93 (+1,21%)
     
  • Bitcoin EUR

    63.429,27
    -138,52 (-0,22%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.483,34
    +15,24 (+1,04%)
     
  • Oro

    2.335,20
    -2,00 (-0,09%)
     
  • EUR/USD

    1,0850
    +0,0032 (+0,29%)
     
  • S&P 500

    5.304,72
    +36,88 (+0,70%)
     
  • HANG SENG

    18.608,94
    -259,77 (-1,38%)
     
  • Euro Stoxx 50

    5.035,41
    -2,19 (-0,04%)
     
  • EUR/GBP

    0,8516
    +0,0000 (+0,00%)
     
  • EUR/CHF

    0,9917
    +0,0031 (+0,31%)
     
  • EUR/CAD

    1,4818
    -0,0029 (-0,19%)
     

Borsa Milano consolida recupero con allentamento tensioni su banche, debole Mps, bene Prysmian

Una donna davanti l'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Dopo le pesanti perdite di venerdì, Piazza Affari recupera terreno e cerca di consolidare i guadagni della mattinata, pur ridimensionati rispetto a quelli di avvio seduta.

Sui mercati ritorna la calma grazie all'allentamento delle tensioni sul settore bancario dopo l'allarme su Deutsche Bank, anche se l'attenzione sul credito rimane alta.

Dalle sale operative emerge un atteggiamento di estrema prudenza sui titoli bancari, la cui volatilità è destinata a non placarsi nel breve.

Nel frattempo, spiega un trader, dopo gli ultimi eccessi gli investitori approfittano del clima relativamente più sereno di oggi per "ragionare sui valori" dei titoli bancari, cercando qualche occasione di acquisto dopo gli ultimi forti cali.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

A Francoforte Deutsche Bank rimbalza di oltre il 4,5%, mentre in Usa i titoli di molte banche di medie dimensioni segnano cospicui guadagni negli scambi di preapertura.

La notizia che Citizens BancShares acquisterà tutti i depositi e gli impieghi di Svb dalla Federal Deposit Insurance Corporation (Fdic), ha contribuito a riportare un po' di tranquillità al settore, spingendo al rialzo i futures sui principali indici di Wall Street.

Intorno alle 12,50 l'indice FTSE Mib è in rialzo dello 1,5%. Volumi fiacchi, per circa 580 milioni di euro.

Tra i titoli in evidenza:

Tra bancari in moderato rialzo e sotto i massimi dell'avvio UNICREDIT sale dell'1,3% e BANCO BPM dell'1,4%, sostanzialmente in linea con l'indice del settore italiano.

Meglio FINECOBANK, in rialzo del 2% beneficiando di commenti positivi di alcuni broker. In particolare Morgan Stanley ha avviato la copertura con 'overweight' citando, oltre alle interessanti valutazioni borsistiche, anche le aspettative di crescita degli utili per i prossimi anni grazieal modello ibrido della banca in un contesto in cui si avvicina il picco di aumento dei tassi. Anche Citi ritiene che la piattaforma di business sia la prima chiave del successo di Fineco.

In controtendenza MPS cede lo 0,7%. Un trader si limita a ricordare che il titolo dell'istituto senese è più soggetto ad oscillazioni rispetto al resto delle banche muovendosi solo per logiche speculative di carattere straordinario. Scarso l'impatto dall'indicazione del Tesoro di confermare l'AD Luigi Lovaglio e nominare Nicola Maione in vista del prossimo rinnovo del board, secondo il trader.

Messa da parte tutta l'attenzione sulle banche, gli investitori riprendono in mano altri temi, come gli industriali, automotive ed energia. In particolare PRYSMIAN guadagna il 3,7% %, IVECO e CNH quasi il 3%, TERNA e SAIPEM rispettivamente il 2,9% e il 2,3%

(Andrea Mandalà, editing Stefano Bernabei)