Annuncio pubblicitario
Italia markets close in 4 hours 10 minutes
  • FTSE MIB

    32.828,63
    +163,42 (+0,50%)
     
  • Dow Jones

    38.589,16
    -57,94 (-0,15%)
     
  • Nasdaq

    17.688,88
    +21,28 (+0,12%)
     
  • Nikkei 225

    38.102,44
    -712,12 (-1,83%)
     
  • Petrolio

    78,40
    -0,05 (-0,06%)
     
  • Bitcoin EUR

    61.490,75
    -690,62 (-1,11%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.368,87
    -19,29 (-1,39%)
     
  • Oro

    2.335,10
    -14,00 (-0,60%)
     
  • EUR/USD

    1,0716
    +0,0007 (+0,06%)
     
  • S&P 500

    5.431,60
    -2,14 (-0,04%)
     
  • HANG SENG

    17.936,12
    -5,66 (-0,03%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.860,00
    +20,86 (+0,43%)
     
  • EUR/GBP

    0,8453
    +0,0015 (+0,18%)
     
  • EUR/CHF

    0,9558
    +0,0032 (+0,33%)
     
  • EUR/CAD

    1,4720
    +0,0021 (+0,14%)
     

Borsa Milano, indici positivi in attesa Bce, Iveco non fa prezzo, bene Leonardo

Un uomo davanti alla borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Avvio in cauto rialzo a Piazza Affari in una giornata dove tutte le attenzioni degli investitori saranno rivolte alla decisione della Bce.

L'appuntamento clou quest'oggi è alle 14,15 quando Francoforte dovrebbe annunciare il primo atteso taglio dei tassi di interesse, con il 'deposit rate' che dovrebbe scendere al 3,75% dall'attuale 4%. I mercati monetari prezzano tagli quest'anno per circa 64 punti base, con due riduzioni da un quarto di punto date per scontate e le chance di una terza mossa viste intorno al 50%.

Dopo l'annuncio sui tassi, gli investitori vaglieranno attentamente le parole della presidente Christine Lagarde in conferenza stampa, anche se la Bce ha fatto capire chiaramente che dopo la riunione di giugno l'approccio dipenderà dai dati.

Dati importanti in arrivo anche dagli Stati Uniti. In attesa dei payroll non agricoli in agenda domani, l'attenzione oggi sarà sulle nuove richieste settimanali di disoccupazione, che nelle attese dovrebbero essere sostanzialmente stabili a 220.000.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Intorno alle 9,30 l'indice Ftse Mib guadagna lo 0,35%.

Sugli scudi Leonardo che balza dell'1,5% e Iveco che non riesce a fare prezzo in avvio ed è indicata in crescita del 7,2%. Il Corriere della Sera scrive che Leonardo ha contattato alcune banche d'affari internazionali, tra cui Ubs, per studiare l'acquisto di Iveco Defence Vehicles (Idv). Alcune stime fissano il valore di Idv a circa 750 milioni, ma gli analisti vedono una valutazione più elevata alla luce dei multipli delle altre aziende di settore, aggiunge il quotidiano. Secondo Equita, per Iveco "in caso di cessione verrebbe rimosso l'stacolo ad eventuali M&A in quanto l'uscita dal business della difesa ridurrebbe il rischio di esercizio del golden power da parte del governo". Per Leonardo "riteniamo sia inevitabile pagare un premio di maggioranza", aggiunge il broker.

Ben raccolta FinecoBank in salita del 2,5% dopo i dati della raccolta netta a maggio di 945,6 milioni di euro.

Tendenzialmente deboli le banche in attesa del taglio dei tassi Bce. Fra le peggiori Mps che cede lo 0,9%.

Bene anche Fincantieri in crescita dell'1,55% sulla scia di alcune dichiarazioni dell'AD Folgiero alla stampa.

(Giancarlo Navach, editing Sabina Suzzi)