Annuncio pubblicitario
Italia markets closed
  • Dow Jones

    38.972,41
    -96,82 (-0,25%)
     
  • Nasdaq

    16.035,30
    +59,05 (+0,37%)
     
  • Nikkei 225

    39.239,52
    +5,81 (+0,01%)
     
  • EUR/USD

    1,0848
    -0,0005 (-0,04%)
     
  • Bitcoin EUR

    52.385,71
    +2.280,39 (+4,55%)
     
  • CMC Crypto 200

    885,54
    0,00 (0,00%)
     
  • HANG SENG

    16.790,80
    +156,06 (+0,94%)
     
  • S&P 500

    5.078,18
    +8,65 (+0,17%)
     

Borsa Milano passa in terreno negativo, giù utility, frenano banche

Un uomo davanti all'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Piazza Affari cede lievemente terreno e scende sotto la parità dopo un avvio positivo in una seduta che vede gli investitori concentrarsi su qualche singolo spunto in assenza di indicazioni di tendenza generale.

Esaurita la spinta di Wall Street che ha visto venerdì l'S&P registrare il nuovo massimo storico, gli investitori preferiscono mantenere un atteggiamento cauto in vista di una settimana densa di appuntamenti macro, con la riunione della Bce giovedì in primo piano, e di risultati societari sul fronte europeo e Usa.

Intorno alle 12,20 il Ftse Mib cede lo 0,2%. Volumi fiacchi, pari a 820 milioni di euro.

Titoli in evidenza:

Nexi è in gran spolvero, miglior titolo del Ftse Mib oggi con un rialzo del 2,7% e volumi vivaci, spinta dal rinnovato interesse del mercato sul settore dei pagamenti dopo che Credit Agricole ha reso noto di detenere una quota del 7% in Worldline.

Tonica anche Amplifon, in salita dell'1,4% dopo l'annuncio sull'acquisto di una rete di circa 50 negozi negli Usa da uno dei franchisee di Miracle-Ear, operazione considerata dagli analisti positivi in quanto rafforza la presenza della società sul mercato statunitense in crescita, a fronte di quello europeo in rallentamento.

Bene Stm, in progresso dell'1,9% in un contesto positivo per i tech europei sulla scia dei movimenti del comparto in Usa.

Frenano i bancari, sotto stretta osservazione dopo le ottime performance dell'anno scorso e che, con le trimestrali di inizio febbraio, dovranno convincere il mercato sulla sostenibilità degli utili con tassi attesi in discesa. L'indice sul settore italiano guadagna lo 0,6% quasi dimezzando i rialzi di inizio seduta. Tra i singoli titoli del settore Pop Sondrio è in calo dell'1,2% su realizzi dopo i rialzi della scorsa settimana su speculazioni M&A.

In decisa discesa le utility penalizzate dal calo dei consumi di gas a novembre a causa delle temperature miti,mentre il prezzo del gas sul mercato europeo Ttf continua a perdere terreno dato che l'ondata di gelo nell'Europa settentrionale sembra giungere al termine. "I minori consumi di gas nel corso dell'inverno stanno permettendo di mantenere buoni livelli degli stoccaggi nel corso di questi mesi con impatti sul prezzo del gas e quindi sul prezzo della Powergen", commenta Equita.

In questo contesto Enel perde l'1,4%, A2A l'1%, mentre Hera lo 0,2%.

Fuori dal Ftse Mib Webuild avanza del 3% dopo l'aggiudicazione di un contratto in Canada per un tratto della nuova linea metropolitana di Toronto per un valore complessivo stimato tra circa 700 milioni e 1,3 miliardi di euro.

Juventus perde il 4,2% nel giorno in cui ha dato il via all'operazione di raggruppamento delle azioni nel rapporto di una a dieci.

(Andrea Mandalà, editing Stefano Bernabei)