Annuncio pubblicitario
Italia markets closed
  • FTSE MIB

    34.490,71
    +23,04 (+0,07%)
     
  • Dow Jones

    39.069,59
    +4,33 (+0,01%)
     
  • Nasdaq

    16.920,79
    +184,76 (+1,10%)
     
  • Nikkei 225

    38.646,11
    -457,11 (-1,17%)
     
  • Petrolio

    77,80
    +0,93 (+1,21%)
     
  • Bitcoin EUR

    63.423,96
    +1.591,52 (+2,57%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.440,81
    -27,29 (-1,86%)
     
  • Oro

    2.335,20
    -2,00 (-0,09%)
     
  • EUR/USD

    1,0850
    +0,0032 (+0,29%)
     
  • S&P 500

    5.304,72
    +36,88 (+0,70%)
     
  • HANG SENG

    18.608,94
    -259,77 (-1,38%)
     
  • Euro Stoxx 50

    5.035,41
    -2,19 (-0,04%)
     
  • EUR/GBP

    0,8516
    +0,0000 (+0,00%)
     
  • EUR/CHF

    0,9917
    +0,0031 (+0,31%)
     
  • EUR/CAD

    1,4818
    -0,0029 (-0,19%)
     

Borsa Usa in calo in attesa decisione Fed, Amd sostiene produttori chip

Il cartello stradale di Wall Street davanti la borsa di New York City

(Reuters) - Gli indici azionari statunitensi sono in calo in vista della decisione della Federal Reserve sui tassi di interesse, attesa per stasera, mentre l'outlook positivo di Advanced Micro Devices sostiene i produttori di chip.

Le attese convergono su un rialzo dei tassi da un quarto di punto percentuale da parte della Fed nella prima riunione di politica monetaria dell'anno, dopo i rapidi aumenti del 2022 per domare un'inflazione ai massimi di diversi decenni.

Gli investitori analizzeranno le parole del presidente Jerome Powell durante la conferenza stampa alla ricerca di indizi sulla traiettoria dei futuri rialzi dei tassi.

I mercati monetari scommettono su un ulteriore rialzo di 25 punti base a marzo e su un tasso terminale del 4,9% a giugno.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Le letture recenti hanno indicato che l'inflazione sta rallentando, mentre la Fed tiene d'occhio anche i dati che determineranno la tenuta del mercato del lavoro e il ritmo di crescita dei salari.

Nel frattempo, i dati Adp hanno evidenziato un numero di posti di lavoro nel settore privato Usa inferiore al previsto a gennaio, mentre un altro indicatore ha mostrato che le aperture di nuove posizioni sono aumentate inaspettatamente a dicembre.

Venerdì sarà la volta dei dati complessivi del Dipartimento del Lavoro sugli occupati non agricoli a gennaio.

Sempre sul fronte macro, il settore manifatturiero statunitense ha mostrato un'ulteriore contrazione a gennaio a causa dell'aumento dei tassi di interesse che ha soffocato la domanda di beni.

Alle 17,00 il Dow Jones Industrial Average perde lo 0,98% a 33.753,61 punti, l' S&P 500 perde lo 0,49% a 4.056,55 punti e il Nasdaq Composite cede lo 0,51% a 11.522,72 punti.

Tra i singoli titoli, ADVANCED MICRO DEVICES guadagna il 6,38% dopo aver detto di aspettarsi un miglioramento dell'attività nella seconda metà dell'anno, offrendo sostegno all'indice dei semiconduttori di Philadelphia SE, che sale del 2,1%.

SNAP crolla del 13,75% dopo che la società di social media ha detto di aspettarsi un calo dei ricavi nel trimestre in corso fino al 10%.

META PLATFORMS rimane vicino alla parità in vista della pubblicazione dei risultati del quarto trimestre dopo la chiusura di borsa.

In calo anche AMGEN, che perde il 3,75% sulla scia di un leggero calo dei ricavi nel quarto trimestre.

L'editore di videogiochi ELECTRONIC ARTS crolla dell'11,58% dopo aver abbassato le previsioni sulle prenotazioni annuali.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Sabina Suzzi)