Annuncio pubblicitario
Italia Markets closed
  • Dow Jones

    39.106,33
    -304,88 (-0,77%)
     
  • Nasdaq

    17.701,38
    +204,56 (+1,17%)
     
  • Nikkei 225

    39.173,15
    +368,50 (+0,95%)
     
  • EUR/USD

    1,0719
    -0,0017 (-0,1608%)
     
  • BTC-EUR

    57.694,87
    +1.919,10 (+3,44%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.284,96
    +35,84 (+2,87%)
     
  • HANG SENG

    18.072,90
    +45,19 (+0,25%)
     
  • S&P 500

    5.466,10
    +18,23 (+0,33%)
     

Borsa Usa, futures in calo, mercati in attesa di decisione Fed, dati Cpi

Trader al Nyse a New York

(Reuters) - Andamento negativo per i futures degli indici statunitensi, che si avviano verso una seduta fiacca, con gli investitori che attendono gli importanti dati sull'inflazione e l'annuncio della Federal Reserve sulla politica monetaria di domani.

L'indice S&P 500 e il Nasdaq ieri hanno registrato i massimi storici di chiusura in una seduta volatile, sostenuta dal titolo di Nvidia dopo il frazionamento azionario 10 per 1.

Intorno alle 12,55, Nvidia è in lieve calo nel pre-market, mentre il titolo di APPLE cede lo 0,3% dopo che gli investitori sono rimasti poco impressionati dalla tanto attesa presentazione sulla strategia di intelligenza artificiale mostrata ieri alla conferenza dei developer.

I mercati si preparano alla pubblicazione del rapporto sull'indice dei prezzi al consumo di maggio, prevista per domani, e alla conclusione della riunione politica di due giorni della Fed. La banca centrale non dovrebbe modificare i tassi, ma renderà note le proiezioni economiche aggiornate e il "dot plot".

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

I dati del Cpi e le proiezioni della Fed saranno oggetto di un attento esame da parte degli investitori, dato che dalle letture recenti sono arrivati segnali contrastanti sullo stato di salute dell'economia.

Secondo lo strumento FedWatch del CME, i mercati prevedono una probabilità leggermente superiore al 50% che il primo taglio dei tassi della Fed avvenga a settembre.

"Il calo dei prezzi delle materie prime, insieme a potenziali aggiustamenti nei calcoli degli indici di locazione, potrebbe portare a dati più favorevoli sull'inflazione nei prossimi mesi. Questo miglioramento sarebbe uno sviluppo positivo per i mercati e dovrebbe influenzare le decisioni della Federal Reserve in materia di tassi", ha detto in una nota Jeremy Siegel, economista senior di WisdomTree.

"Tuttavia, nelle riunioni di questa settimana, mi aspetto che il grafico a punti mostri tra 1 e 2 tagli, con alcuni membri del FOMC che sceglieranno di non effettuare tagli", ha aggiunto Siegel.

In settimana sono previsti anche i dati sull'indice dei prezzi alla produzione per il mese di maggio, sui prezzi delle importazioni e delle esportazioni e la prima pubblicazione dell'indagine sul sentiment dei consumatori dell'Università del Michigan.

In giornata, un sondaggio della National Federation of Independent Business ha mostrato che la fiducia delle piccole imprese e i piani di assunzione sono aumentati ai livelli più alti dell'anno a maggio, ma l'imminente elezione presidenziale degli Stati Uniti ha portato l'indice di incertezza ai massimi di quasi quattro anni.

I futures sul Dow sono in calo di 142 punti, pari allo 0,36%, i futures sull'S&P 500 sono in ribasso di 13,25 punti, pari allo 0,25%, e i futures sul Nasdaq 100 perdono 46 punti, pari allo 0,24%.

I titoli legati alle criptovalute perdono terreno, mentre il bitcoin scende del 3,9%, con i miner di bitcoin Riot Platforms e Marathon Digital e la borsa di criptovalute Coinbase tutti in calo intorno al 3%.

Il produttore di farmaci Eli Lilly è in rialzo del 2,9% dopo che il suo farmaco per l'Alzheimer donanemab ha ricevuto il sostegno unanime di un gruppo di esperti della FDA.

Rocket Labs Usa guadagna l'1,1% dopo che la società ha firmato i termini per ricevere quasi 24 milioni di dollari di finanziamenti nell'ambito del Chips Act statunitense per espandere la produzione di semiconduttori usati per i veicoli spaziali.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Stefano Bernabei)