Annuncio pubblicitario
Italia markets closed
  • FTSE MIB

    33.764,15
    +50,21 (+0,15%)
     
  • Dow Jones

    37.983,24
    -475,84 (-1,24%)
     
  • Nasdaq

    16.175,09
    -267,10 (-1,62%)
     
  • Nikkei 225

    39.523,55
    +80,92 (+0,21%)
     
  • Petrolio

    85,45
    +0,43 (+0,51%)
     
  • Bitcoin EUR

    60.140,21
    -3.313,09 (-5,22%)
     
  • CMC Crypto 200

    885,54
    0,00 (0,00%)
     
  • Oro

    2.360,20
    -12,50 (-0,53%)
     
  • EUR/USD

    1,0646
    -0,0085 (-0,79%)
     
  • S&P 500

    5.123,41
    -75,65 (-1,46%)
     
  • HANG SENG

    16.721,69
    -373,34 (-2,18%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.955,01
    -11,67 (-0,23%)
     
  • EUR/GBP

    0,8547
    +0,0004 (+0,05%)
     
  • EUR/CHF

    0,9728
    -0,0027 (-0,28%)
     
  • EUR/CAD

    1,4653
    -0,0029 (-0,19%)
     

Borsa Usa in rialzo spinta da produttori di chip e titoli megacap growth

Trader al lavoro al Nyse a New York

(Reuters) - Wall Street è in rialzo sostenuta della maggior parte dei titoli "megacap growth" e dai produttori di chip, mentre gli investitori attendono i dati economici della settimana per valutare il percorso di allentamento della Federal Reserve.

Secondo lo strumento FedWatch del Cme, gli operatori vedono almeno il 70% di possibilità che la Fed inizi il suo ciclo di allentamento a giugno, rispetto al 59% circa registrato all'inizio della scorsa settimana.

Alle 15,15, il Dow è in rialzo dello 0,12%, a 39.361,91, l'S&P 500 dello 0,30%, a 5.233,90, e il Nasdaq Composite dello 0,47%, a 16.461,39.

Tutti gli 11 principali settori dell'S&P 500 sono in rialzo nelle prime contrattazioni.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Anche la maggior parte dei titoli "megacap growth" avanza, con Tesla in testa che guadagna il 5,2%.

Micron Technology è in rialzo del 3,9%, dopo il record dell'ultima seduta, e il gigante del settore Nvidia sale dello 0,6%.

L'indice Philadelphia Semiconductor sale dell'1% e si avvia a chiudere il trimestre con un rialzo a due cifre, grazie al rally guidato dall'intelligenza artificiale che spinge i produttori di chip.

Trump Media & Technology balza del 41% nel primo giorno di contrattazioni dopo il completamento del reverse merger con una società veicolo (Spac).

Denaro anche su McCormick che balza del 9,5% dopo che l'azienda alimentare produttrice di spezie ha battuto le aspettative del mercato per quanto riguarda le vendite e gli utili del primo trimestre.

Krispy Kreme strappa del 21,3% dopo che ha annunciato, insieme a McDonald's, di voler distribuire le proprie ciambelle in tutti i ristoranti del gigante del fast-food negli Stati Uniti entro la fine del 2026.

(Tradotto da Laura Contemori, editing Claudia Cristoferi)