Annuncio pubblicitario
Italia Markets close in 3 hrs 50 mins
  • FTSE MIB

    32.637,55
    -63,37 (-0,19%)
     
  • Dow Jones

    39.131,53
    +62,43 (+0,16%)
     
  • Nasdaq

    15.996,82
    -44,78 (-0,28%)
     
  • Nikkei 225

    39.233,71
    +135,01 (+0,35%)
     
  • Petrolio

    76,08
    -0,41 (-0,54%)
     
  • BTC-EUR

    47.116,97
    -419,75 (-0,88%)
     
  • CMC Crypto 200

    885,54
    0,00 (0,00%)
     
  • Oro

    2.042,50
    -6,90 (-0,34%)
     
  • EUR/USD

    1,0857
    +0,0034 (+0,3148%)
     
  • S&P 500

    5.088,80
    +1,77 (+0,03%)
     
  • HANG SENG

    16.634,74
    -91,12 (-0,54%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.865,95
    -6,62 (-0,14%)
     
  • EUR/GBP

    0,8553
    +0,0014 (+0,17%)
     
  • EUR/CHF

    0,9549
    +0,0018 (+0,19%)
     
  • EUR/CAD

    1,4671
    +0,0061 (+0,42%)
     

Borse Europa poco mosse, minori speranze di taglio tassi bilanciano trimestrali positive

Panoramica della Borsa di Francoforte.

(Reuters) - Le borse europee cedono i guadagni iniziali e scambiano vicino alla parità, con le trimestrali positive bilanciate da un sentiment generale più sotto tono dopo che gli investitori hanno rivisto le loro aspettative sui tagli dei tassi di interesse.

Intorno alle 11,10 l'indice paneuropeo STOXX 600 è in rialzo dello 0,1% a 484,33 punti.

UniCredit balza del 10,2%, ai massimi di oltre otto anni, dopo aver comunicato risultati per il quarto trimestre superiori alle attese.

La casa automobilistica francese Renault sale dello 0,9%, con i trader che citano speculazioni stampa su una potenziale combinazione con la rivale Stellantis.

Lotus Bakeries mette a segno un rialzo del 14,6% sulla scia di risultati annuali oltre le attese.

A contrastare i risultati societari positivi, i recenti solidi dati sull'occupazione negli Stati Uniti hanno raffreddato le aspettative di un taglio anticipato dei tassi nella prima economia del mondo, definendo il tono anche per altre banche centrali.

Santander e Lloyds perdono rispettivamente il 5,6% e il 2,1% dopo che il Financial Times ha scritto che l'Iran ha utilizzato conti delle banche per spostare denaro in tutto il mondo nell'ambito di un vasto schema di evasione delle sanzioni.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Sabina Suzzi)