Annuncio pubblicitario
Italia markets close in 3 hours 41 minutes
  • FTSE MIB

    33.819,34
    -62,16 (-0,18%)
     
  • Dow Jones

    37.775,38
    +22,07 (+0,06%)
     
  • Nasdaq

    15.601,50
    -81,87 (-0,52%)
     
  • Nikkei 225

    37.068,35
    -1.011,35 (-2,66%)
     
  • Petrolio

    82,17
    -0,56 (-0,68%)
     
  • Bitcoin EUR

    61.347,20
    +2.579,74 (+4,39%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.335,97
    +23,35 (+1,81%)
     
  • Oro

    2.393,40
    -4,60 (-0,19%)
     
  • EUR/USD

    1,0656
    +0,0010 (+0,10%)
     
  • S&P 500

    5.011,12
    -11,09 (-0,22%)
     
  • HANG SENG

    16.224,14
    -161,73 (-0,99%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.918,81
    -17,76 (-0,36%)
     
  • EUR/GBP

    0,8564
    +0,0008 (+0,10%)
     
  • EUR/CHF

    0,9684
    -0,0027 (-0,27%)
     
  • EUR/CAD

    1,4664
    +0,0013 (+0,09%)
     

Borse Europa in rialzo in attesa dati, intervento presidente Fed Powell

Il grafico del Dax, l'indice dei prezzi delle azioni tedesche, alla borsa di Francoforte

Le borse europee guadagnano terreno su solidi risultati trimestrali aziendali, mentre gli investitori rimangono cauti in attesa dei dati economici della zona euro e dell'intervento del presidente della Federal Reserve statunitense Jerome Powell al Congresso.

L'indice paneuropeo Stoxx 600 scambia in rialzo dello 0,3% intorno alle ore 10,55 italiane.

Il settore delle industrie estrattive guadagna l'1,0% sulla scia dei prezzi dell'oro, a nuovi massimi in seguito alle crescenti scommesse su un taglio dei tassi di interesse statunitensi entro giugno. Bene anche il settore immobiliare, in rialzo dell'1,4%.

Gli investitori attendono la testimonianza di Powell al Congresso, che rimarrà cruciale per ottenere nuovi spunti sulla traiettoria dei tagli ai tassi.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

In vista della decisione di politica monetaria della Banca centrale europea, la recente ripresa dei dati economici ha già preparato i mercati a un mantenimento dei tassi di interesse nella riunione di domani.

Symrise balza del 4,8% dopo aver battuto le stime sugli utili core per il 2023, grazie a un programma di gestione dei costi. Il settore chimico ha guadagnato l'1,2%.

Aib Group guadagna il 4,8% dopo che la banca irlandese ha più che quadruplicato le distribuzioni agli azionisti, grazie all'aumento dei tassi di interesse che ha più che raddoppiare gli utili al netto delle imposte per l'intero anno. Il settore bancario scambia in rialzo dello 0,4%.

Dhl Group, invece, cede il 5,2%, dopo aver stimato un utile operativo per il 2024 superiore alle cifre pre-pandemia, ma inferiore alle attese del mercato a causa dell'indebolimento del commercio globale.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Stefano Bernabei)