Annuncio pubblicitario
Italia Markets open in 4 hrs 35 mins
  • Dow Jones

    39.872,99
    +66,22 (+0,17%)
     
  • Nasdaq

    16.832,62
    +37,75 (+0,22%)
     
  • Nikkei 225

    38.750,89
    -196,04 (-0,50%)
     
  • EUR/USD

    1,0864
    +0,0005 (+0,0435%)
     
  • BTC-EUR

    64.686,01
    -638,18 (-0,98%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.527,15
    +38,61 (+2,59%)
     
  • HANG SENG

    19.317,52
    +96,90 (+0,50%)
     
  • S&P 500

    5.321,41
    +13,28 (+0,25%)
     

Borse Europa in rialzo su spinta titoli energetici, speranze taglio tassi

Il grafico del DAX, l'indice dei prezzi delle azioni tedesche, è raffigurato alla borsa di Francoforte

(Reuters) - Andamento positivo per le borse europee, con l'ottimismo degli investitori sui tagli ai tassi d'interesse da parte delle principali banche centrali di nuovo alla ribalta, mentre l'azienda spagnola di difesa e tecnologia Indra balza sulla scia di una forte trimestrale.

Intorno alle 11,15, lo STOXX 600 sale dello 0,3%. La borsa di Londra è chiusa per festività.

A sostenere il sentiment le dichiarazioni a un giornale spagnolo del capo economista della Bce Philip Lane, secondo cui si rafforzano gli argomenti a favore di un taglio dei tassi a giugno grazie al rallentamento dell'inflazione dei servizi, mentre i dati sull'occupazione Usa di venerdì, più deboli del previsto, hanno rinnovato le scommesse sulla probabilità che la Federal Reserve allenti i tassi quest'anno.

Tra i settori in maggior rialzo spicca l'energia grazie all'aumento dei prezzi del petrolio, con l'Arabia Saudita che ha alzato i prezzi del greggio di giugno per la maggior parte delle regioni, mentre le prospettive di un accordo per il cessate il fuoco a Gaza sembrano scarse.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Indra balza del 7,6% dopo aver registrato un aumento del 40% dell'utile netto del primo trimestre, sostenuto da forti ordini in un contesto in cui le tensioni globali sostengono la domanda di difesa aerea.

Maurel Et Prom sale del 9,3% dopo che il gruppo petrolifero francese ha ottenuto una licenza specifica per le operazioni in Venezuela.

Atos perde il 3,7% con scambi volatili, dopo che la società informatica francese, gravata da debiti, ha annunciato quattro offerte di investitori per la ristrutturazione del debito e l'iniezione di liquidità, affermando che qualsiasi ristrutturazione probabilmente "porterà a una massiccia diluizione degli azionisti esistenti".

L'azienda postale olandese PostNL cede il 4,5% dopo una perdita nel primo trimestre più ampia del previsto. Il gigante tedesco della logistica Deutsche Post perde il 3,5%.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Sabina Suzzi)