Annuncio pubblicitario
Italia markets closed
  • FTSE MIB

    33.922,16
    +40,66 (+0,12%)
     
  • Dow Jones

    37.986,40
    +211,02 (+0,56%)
     
  • Nasdaq

    15.282,01
    -319,49 (-2,05%)
     
  • Nikkei 225

    37.068,35
    -1.011,35 (-2,66%)
     
  • Petrolio

    83,24
    +0,51 (+0,62%)
     
  • Bitcoin EUR

    60.022,02
    +2.028,37 (+3,50%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.371,97
    +59,34 (+4,52%)
     
  • Oro

    2.406,70
    +8,70 (+0,36%)
     
  • EUR/USD

    1,0661
    +0,0015 (+0,14%)
     
  • S&P 500

    4.967,23
    -43,89 (-0,88%)
     
  • HANG SENG

    16.224,14
    -161,73 (-0,99%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.918,09
    -18,48 (-0,37%)
     
  • EUR/GBP

    0,8612
    +0,0056 (+0,65%)
     
  • EUR/CHF

    0,9693
    -0,0017 (-0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,4644
    -0,0007 (-0,05%)
     

Bundesbank e Banca Olanda registrano grosse perdite e ne aspettano ulteriori

La Bce a Francoforte

FRANCOFORTE/AMSTERDAM (Reuters) - Le banche centrali di Germania e Olanda hanno registrato perdite per diversi miliardi di euro per il 2023 e prevedono ulteriori difficoltà per gli anni a venire, lasciando intendere che difficilmente verseranno dividendi nelle casse dello Stato per i prossimi esercizi.

La Bce e alcune delle maggiori banche nazionali stanno generando perdite significative, dando fondo ad accantonamenti e intaccando gran parte del patrimonio netto, dato che i forti rialzi dei tassi di interesse le costringono a pagare miliardi di interessi alle banche commerciali.

La Bundesbank ha detto di aver perso 21,6 miliardi di euro lo scorso anno, azzerando quasi tutti i propri accantonamenti, mentre la controparte olandese ha perso 3,5 miliardi di euro, dati entrambi ampiamente in linea con le aspettative.

"È probabile che gli oneri finanziari persistano per diversi anni", ha detto il presidente della Deutsche Bundesbank Joachim Nagel. "Ci aspettiamo... che siano ancora considerevoli per l'anno in corso".

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

La Bundesbank ha dichiarato che le perdite nel 2023 hanno azzerato quasi tutti i propri accantonamenti e che una parte di queste, pari a 2,4 miliardi di euro, sarà coperta dalle riserve.

Nel 2024 la perdita supererà i restanti 0,7 miliardi di euro di riserve, per cui la Bundesbank sarà costretta a riportare le perdite a nuovo, accantonandole in modo che siano compensate dagli utili futuri.

"Pertanto, non prevediamo di poter distribuire alcun utile per un periodo di tempo più lungo", ha aggiunto Nagel.

La banca centrale olandese, De Nederlandsche Bank, ha detto che i propri buffer dovrebbero essere sufficienti a coprire le perdite future e che non si sta prendendo in considerazione una ricapitalizzazione da parte del governo.

"Una volta che avremo ripristinato a sufficienza i nostri buffer trattenendo gli utili, riprenderemo a distribuire dividendi allo Stato olandese", ha detto la banca.

La maggior parte delle perdite è dovuta al programma di stimolo della Bce, durato dieci anni, che ha avuto origine da un'inflazione eccessivamente bassa durante la pandemia.

La Bce ha stampato migliaia di miliardi di euro, immettendo liquidità nel sistema economico per favorire la crescita. La maggior parte di questa liquidità in eccesso, 3,5 mila miliardi di euro, è ancora in circolazione nel sistema finanziario.

La Banca centrale europea deve ora pagare ai creditori un tasso sui depositi del 4% quando il denaro è depositato presso la Bce, mentre gli asset acquistati a fronte della liquidità immessa, per lo più debito pubblico, rendono molto meno.

Le perdite non limitano la capacità di funzionamento di una banca centrale che, a differenza di una banca commerciale, può continuare a operare con un patrimonio netto negativo. Tuttavia, le perdite limitano la capacità di versare dividendi nei bilanci statali, fonte costante di ricavi per i governi in passato, ed espongono la banca centrale alle critiche.

Morgan Stanley stima che le perdite della Bce e delle banche centrali nazionali, che costituiscono l'Eurosistema, aumenteranno ulteriormente quest'anno prima iniziare a calare nel 2025.

"Secondo le nostre previsioni, l'Eurosistema subirà perdite per 56,6 miliardi di euro nel 2023, 62,2 miliardi di euro nel 2024 e 12,3 miliardi di euro nel 2025".

(Tradotto da Laura Contemori, editing Stefano Bernabei)