Italia markets closed
  • FTSE MIB

    21.354,65
    +60,79 (+0,29%)
     
  • Dow Jones

    31.097,26
    +321,83 (+1,05%)
     
  • Nasdaq

    11.127,84
    +99,11 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    108,46
    +2,70 (+2,55%)
     
  • BTC-EUR

    18.322,25
    -241,42 (-1,30%)
     
  • CMC Crypto 200

    420,84
    +0,70 (+0,17%)
     
  • Oro

    1.812,90
    +5,60 (+0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0426
    -0,0057 (-0,54%)
     
  • S&P 500

    3.825,33
    +39,95 (+1,06%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.448,31
    -6,55 (-0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8623
    +0,0016 (+0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0002
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,3434
    -0,0056 (-0,42%)
     

Chainlink Riuscirà a Vincere la Guerra tra Piattaforme Blockchain Con l’Ultimo Aggiornamento?

Qualche giorno fa Chainlink, tramite il Chainlink Economics 2.0, ha pubblicato la nuova roadmap e l’implementazione dello staking all’interno della stessa rete LINK. Principale “mission” dello staking di LINK è “offrire ai partecipanti l’ecosistema, inclusi gli operatori di nodi e i membri della comunità, la possibilità di aumentare le garanzie di sicurezza supportandoli con token LINK in staking”.

Dopo la pubblicazione, si è notato un aumento di accumulo del token LINK da parte delle balene che ha spinto il prezzo di Chainlink in questa settimana ad apprezzarsi di oltre il 12%. Un numero così consistente di balene si era visto l’ultima volta il 30 marzo; data che ha dato inizio all’attuale estensione ribassista.

I possessori retail di Chainlink non sono molto contenti

Gli investitori non istituzionali sembravano essere affascinati dall’introduzione dello staking nella piattaforma Chainlink considerando, come anticipato, l’apprezzamento di oltre il 12% del prezzo del token nelle ultime 96 ore.

Tuttavia, l’analisi on-chain (Fonte: Santiment) della performance del token LINK nelle ultime 24 ore ha rivelato diversi elementi interessanti. Nonostante il recente aumento del prezzo e del volume degli scambi negli ultimi giorni, il volume delle transazioni dei token LINK ha visto un forte calo durante lo stesso intervallo di tempo.

Da attenzionare questo aspetto poiché potrebbe comportare una falsa partenza rialzista, poiché un calo ancora più significativo dei volumi delle transazioni insieme ad un aumento del prezzo potrebbe suggerire un imminente calo del prezzo di LINK nel breve termine.

Analisi Tecno-Grafica e previsioni Chainlink

Dopo le premesse fondamentali, anche dal punto di vista tecno-grafico sembrano che ci siano le condizioni per un inizio di un rialzo importante (salvo clamore inversioni a U di prezzo) per Chainlink.

Difatti, il prezzo ha risentito dell’area di demand 7.50/9,50 $, una zona con una fortissima presenza di rialzisti che, difatti, stanno accumulando token LINK in attesa di un forte input rialzista rappresentato da una chiusura settimanale al di sopra gli 11 $.

Con questa conferma, da quel momento in poi Chainlink ha tutto l’occorrente per iniziare un importante rialzo con due principali obiettivi di medio termine; il primo rappresentato dai 18 $, ultima zona di swing ribassista, mentre il secondo è posto a 28 $, un’importante area di supply.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli