Annuncio pubblicitario
Italia Markets closed
  • Dow Jones

    39.872,99
    +66,22 (+0,17%)
     
  • Nasdaq

    16.832,62
    +37,75 (+0,22%)
     
  • Nikkei 225

    38.946,93
    -122,75 (-0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0858
    -0,0004 (-0,0326%)
     
  • BTC-EUR

    64.100,57
    +543,94 (+0,86%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.515,10
    +26,56 (+1,78%)
     
  • HANG SENG

    19.220,62
    -415,60 (-2,12%)
     
  • S&P 500

    5.321,41
    +13,28 (+0,25%)
     

Crollo cripto: ma analisti prevedono ancora il Bitcoin a $150.000

Crollo cripto: ma analisti prevedono ancora il Bitcoin a 0.000
Crollo cripto: ma analisti prevedono ancora il Bitcoin a 0.000


La società di ricerca e intermediazione Bernstein rimane ottimista sul futuro del mercato delle criptovalute nonostante il recente rallentamento dei flussi degli ETF spot su Bitcoin.

Cosa è successo

In una recente nota di ricerca, Gautam Chhugani e Mahika Sapra, analisti di Bernstein, hanno suggerito che la stasi del Bitcoin è temporanea. Si aspettano una traiettoria ascendente, con il Bitcoin che potrebbe raggiungere l'obiettivo di prezzo di 150.000 dollari entro la fine del 2025, ha riferito The Block.

L'integrazione degli ETF su Bitcoin nelle piattaforme finanziarie tradizionali, come le banche private, i consulenti patrimoniali e i broker, richiederà tempo. Queste istituzioni sviluppano i necessari quadri di conformità.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Chhugani e Sapra sottolineano anche gli impressionanti 12 miliardi di dollari di afflussi netti dal lancio degli ETF spot su Bitcoin e la solida performance dei principali minatori di Bitcoin dopo l'halving come indicatori della forza di fondo del mercato.

ETF su Ethereum

Gli analisti prevedono che se la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti negherà il lancio di ETF spot su Ethereum, è probabile che la decisione venga ribaltata in tribunale.

Hanno fatto un parallelo con il caso dell'ETF spot su Bitcoin di Grayscale e hanno citato l'incoerente correlazione tra i mercati spot e futures.

Se la SEC dovesse negare l'autorizzazione sulla base del fatto che Ether è classificato come un titolo, si creerebbe una situazione di conflitto con la Commodity Futures Trading Commission (CFTC), che considera Ether come una merce.

In entrambi gli scenari, gli analisti suggeriscono che un rifiuto della SEC potrebbe riportare l'attenzione del mercato su Ether, che a loro avviso offre un interessante profilo rischio-rendimento data la sua recente sottoperformance rispetto al Bitcoin. Questa rinnovata attenzione potrebbe anche avvantaggiare i token Layer-2 "ETH-beta", come Arbitrum (CRYPTO:ARB), Optimism (CRYPTO:OP) e Polygon (CRYPTO:MATIC).

Gli analisti di Bernstein hanno anche evidenziato il potenziale di crescita di varie altre nicchie e progetti cripto. Hanno notato che Solana (CRYPTO:SOL) nei pagamenti cripto, l'espansione dell'influenza delle piattaforme DeFi come Uniswap (CRYPTO:UNI), GMX (CRYPTO:GMX) e Synthetix (CRYPTO:SNX), e il mercato degli asset reali.

In conclusione, Chhugani e Sapra hanno riaffermato la loro previsione secondo la quale la capitalizzazione totale del mercato delle criptovalute salirà a 7,5 trilioni di dollari entro i prossimi 18-24 mesi, anche in presenza dell'attuale consolidamento del mercato. Gli analisti rimangono ottimisti sulle prospettive a lungo termine della classe di asset e sulla sua capacità di trasformare le strutture finanziarie tradizionali.

Per ulteriori aggiornamenti su questo argomento, aggiungete Benzinga Italia ai vostri preferiti oppure seguiteci sui nostri canali social: X e Facebook.

Continua a leggere su Benzinga Italia