Annuncio pubblicitario
Italia markets close in 2 hours 49 minutes
  • FTSE MIB

    34.620,72
    +160,20 (+0,46%)
     
  • Dow Jones

    39.671,04
    -201,95 (-0,51%)
     
  • Nasdaq

    16.801,54
    -31,08 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    39.103,22
    +486,12 (+1,26%)
     
  • Petrolio

    78,23
    +0,66 (+0,85%)
     
  • Bitcoin EUR

    64.385,48
    +9,88 (+0,02%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.513,83
    +11,17 (+0,74%)
     
  • Oro

    2.368,80
    -24,10 (-1,01%)
     
  • EUR/USD

    1,0855
    +0,0028 (+0,26%)
     
  • S&P 500

    5.307,01
    -14,40 (-0,27%)
     
  • HANG SENG

    18.868,71
    -326,89 (-1,70%)
     
  • Euro Stoxx 50

    5.059,18
    +34,01 (+0,68%)
     
  • EUR/GBP

    0,8522
    +0,0013 (+0,15%)
     
  • EUR/CHF

    0,9908
    +0,0003 (+0,03%)
     
  • EUR/CAD

    1,4832
    +0,0016 (+0,11%)
     

Deere taglia stime utili 2024 su calo ricavi agricoli

Il trattore autonomo 8R di Deere & Co. nella Jensen Test Farm di Bondurant, Iowa

(Reuters) - Deere ha tagliato per la seconda volta le stime di crescita per l'anno a causa del crollo della domanda di trattori e mietitrebbiatrice, mentre il calo dei prezzi dei raccolti pesa sui ricavi agricoli. Il titolo segna un calo del 5% nelle contrattazioni premarket.

Secondo il dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti, i ricavi agricoli dovrebbero scivolare del 25,5% a 116,1 miliardi di dollari quest'anno rispetto al 2023, in quello che sarebbe il secondo calo annuale consecutivo, a causa del crollo dei prezzi di mais e soia e dell'aumento dei costi di produzione.

I tassi di interesse più elevati hanno anche esercitato pressioni sugli agricoltori, lasciando i concessionari di attrezzature con gli inventari pieni, spingendo alcuni a offrire sconti o addirittura a mettere all'asta le macchine a prezzi inferiori, e costringendo Deere e i competitor a tagliare la produzione.

Il primo produttore di macchine agricole al mondo, e uno dei barometri per valutare lo stato di salute dell'economia globale, prevede ora un utile netto di circa 7 miliardi di dollari per l'anno fiscale 2024, rispetto alle precedenti previsioni tra i 7,50 e i 7,75 miliardi di dollari.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Secondo l'analista Stephen Volkmann di Jefferies la previsione implica una riduzione "molto aggressiva" della produzione nella seconda metà dell'anno.

Deere prevede che le vendite di macchine agricole di grandi dimensioni diminuiranno tra il 20% e il 25% quest'anno, rispetto alle stime precedenti che prevedevano un calo di circa il 20%. Le vendite del settore delle grandi attrezzature per l'agricoltura dovrebbero diminuire di circa il 15%, un valore che si colloca all'estremità inferiore della forchetta delle precedenti previsioni.

"C'erano alcuni segnali (che indicavano un possibile impatto sulle previsioni), ma sono rimasto comunque sorpreso dal fatto che abbiano tagliato le previsioni per il settore... È stato un po' più ampio di quanto mi sarei aspettato", ha detto Alex Prudhomme, analista di M Science.

"La guidance ha sempre lasciato intendere che avrebbero sottoprodotto le vendite al dettaglio per ridurre le scorte. Ora che hanno tagliato gli obiettivi di vendita al dettaglio in tutti i mercati, dovranno lavorare molto più duramente per raggiungere questo obiettivo".

L'utile netto per il secondo trimestre chiuso il 28 aprile è sceso del 17% a 2,37 miliardi di dollari, pari a 8,53 dollari per azione. Le vendite nette sono diminuite del 15% a 13,61 miliardi di dollari. Tuttavia, entrambe le metriche hanno superato le stime di Wall Street.

(Tradotto da Camilla Borri, editing Francesca Piscioneri)