Annuncio pubblicitario
Italia Markets close in 3 hrs 50 mins
  • FTSE MIB

    32.638,81
    -62,11 (-0,19%)
     
  • Dow Jones

    39.131,53
    +62,43 (+0,16%)
     
  • Nasdaq

    15.996,82
    -44,78 (-0,28%)
     
  • Nikkei 225

    39.233,71
    +135,01 (+0,35%)
     
  • Petrolio

    76,06
    -0,43 (-0,56%)
     
  • BTC-EUR

    47.120,61
    -409,79 (-0,86%)
     
  • CMC Crypto 200

    885,54
    0,00 (0,00%)
     
  • Oro

    2.042,30
    -7,10 (-0,35%)
     
  • EUR/USD

    1,0858
    +0,0035 (+0,3257%)
     
  • S&P 500

    5.088,80
    +1,77 (+0,03%)
     
  • HANG SENG

    16.634,74
    -91,12 (-0,54%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.865,40
    -7,17 (-0,15%)
     
  • EUR/GBP

    0,8553
    +0,0014 (+0,17%)
     
  • EUR/CHF

    0,9549
    +0,0018 (+0,19%)
     
  • EUR/CAD

    1,4670
    +0,0059 (+0,41%)
     

Dollaro scambia in range ristretto dopo commenti Fed, scivola yen

Banconote in euro e in dollari statunitensi

LONDRA (Reuters) - Il dollaro scambia in un range ristretto e si mantiene appena al di sotto dei massimi di 12 settimane raggiunti in settimana, mentre i trader digeriscono i commenti dei banchieri centrali nella seduta precedente.

Ieri diversi membri della Fed hanno segnalato che non è urgente l'avvio di un allentamento della politica monetaria statunitensi in tempi brevi, o il muoversi rapidamente una volta che avrà inizio.

L'indice del dollaro scambia in rialzo dello 0,01% a 104,068, al di sotto di 104,60 visto lunedì, il livello più alto dal 14 novembre in seguito ai dati sull'occupazione pubblicati venerdì.

L'aumento dei rendimenti dei Treasury statunitensi ha spinto il dollaro, soprattutto nei confronti di valute a basso rendimento, come lo yen.

Lo yen cede quasi lo 0,4% rispetto al biglietto verde a 148,75, non lontano dal livello più basso dal 14 novembre.

Il vice governatore della Banca del Giappone, Shinichi Uchida, ha detto che è improbabile che la banca centrale aumenti i tassi di interesse in modo aggressivo, anche dopo l'uscita dai tassi negativi.

L'euro scambia poco mosso a 1,0777 dollari, mantenendosi al di sopra del livello più basso dal 14 novembre di 1,0722 dollari toccato martedì.

Anche la sterlina scambia sostanzialmente invariata a 1,2630 dollari.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Antonella Cinelli)