Annuncio pubblicitario
Italia markets open in 8 hours 32 minutes
  • Dow Jones

    37.798,97
    +63,86 (+0,17%)
     
  • Nasdaq

    15.865,25
    -19,77 (-0,12%)
     
  • Nikkei 225

    38.471,20
    -761,60 (-1,94%)
     
  • EUR/USD

    1,0619
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • Bitcoin EUR

    60.001,41
    +676,74 (+1,14%)
     
  • CMC Crypto 200

    885,54
    0,00 (0,00%)
     
  • HANG SENG

    16.248,97
    -351,49 (-2,12%)
     
  • S&P 500

    5.051,41
    -10,41 (-0,21%)
     

Eurozona: la BCE alza ancora i tassi di 0,5 punti

Il Consiglio direttivo della Banca centrale europea ha deciso di alzare i tassi di interesse di 0,5 punti per contrastare l'inflazione.

Fissati, dunque (a partire dall’8 febbraio), i tassi sulle operazioni di rifinanziamento e sui depositi presso la Bce rispettivamente al 3%, al 3,25% e al 2,50%.

"IIl Consiglio direttivo – si legge in una nota – continuerà ad aumentare i tassi di interesse in misura significativa a un ritmo costante e a mantenerli su livelli sufficientemente restrittivi da assicurare un ritorno tempestivo dell’inflazione al suo obiettivo del 2% nel medio termine.

La linea restrittiva sui tassi di interesse farà diminuire l’inflazione frenando la domanda e metterà al riparo dal rischio di un persistente incremento delle aspettative di inflazione".

Michael Probst/Copyright 2022 The AP. All rights reserved
AP Photo - Michael Probst/Copyright 2022 The AP. All rights reserved

Nell’annunciare il rialzo, l’Eurotower anticipa anche l’intenzione di innalzare i tassi di interesse di altri 50 punti base nella prossima riunione di politica monetaria, in programma a marzo.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Si ribadisce inoltre che, anche in futuro, le decisioni del Consiglio direttivo sui tassi di riferimento saranno guidate dai dati e "rifletteranno un approccio in base al quale tali decisioni vengono definite di volta in volta”.

Il Consiglio direttivo della BCE ha poi definito le modalità di riduzione del proprio bilancio, che prevede un taglio dei titoli acquistati nel quadro del Programma di acquisto di attività: il ritmo di tale riduzione sarà pari in media a 15 miliardi di euro al mese, dall’inizio di marzo alla fine di giugno.