Annuncio pubblicitario
Italia Markets closed
  • FTSE MIB

    32.665,21
    -944,64 (-2,81%)
     
  • Dow Jones

    38.589,16
    -57,94 (-0,15%)
     
  • Nasdaq

    17.688,88
    +21,32 (+0,12%)
     
  • Nikkei 225

    38.814,56
    +94,09 (+0,24%)
     
  • Petrolio

    78,49
    -0,13 (-0,17%)
     
  • BTC-EUR

    61.680,31
    -79,98 (-0,13%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.371,01
    -46,87 (-3,31%)
     
  • Oro

    2.348,40
    +30,40 (+1,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0709
    -0,0033 (-0,3106%)
     
  • S&P 500

    5.431,60
    -2,14 (-0,04%)
     
  • HANG SENG

    17.941,78
    -170,85 (-0,94%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.839,14
    -96,36 (-1,95%)
     
  • EUR/GBP

    0,8438
    +0,0026 (+0,31%)
     
  • EUR/CHF

    0,9526
    -0,0069 (-0,72%)
     
  • EUR/CAD

    1,4693
    -0,0057 (-0,39%)
     

Forex, dollaro debole, mercato valuta prospettive tassi Fed

Un dollaro statunitense davanti a un grafico

LONDRA (Reuters) - Il dollaro si mantiene intorno ai minimi delle ultime cinque settimane, in attesa che si concluda la riunione di Federal Reserve sulla politica monetaria, occasione per gli investitori di cogliere le prospettive sul futuro dei tassi Usa viste le turbolenze nel settore bancario.

Dopo l'acquisizione di Credit Suisse da parte di Ubs, e dopo che le autorità statunitensi e le grandi banche hanno offerto sostegno ad alcuni degli istituti più vulnerabili, gli investitori si sono un po' tranquillizzati, mentre il dollaro ha perso parte dell'attrattiva di bene rifugio questa settimana.

La riunione Fed si concluderà con una dichiarazione politica alle 19 italiane e sarà seguita mezz'ora dopo da una conferenza stampa del presidente Jerome Powell.

La sterlina è oggi la valuta del G10 che evidenza la migliore performance, con un guadagno dello 0,6% rispetto al dollaro, dopo che i dati sull'inflazione britannica di febbraio superiori alle attese, che mettono Banca d'Inghilterra in una posizione difficile per la decisione sui tassi di domani.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

L'euro cala dello 0,4% rispetto alla sterlina, a 87,81 pence, mentre guadagna lo 0,2% sul dollaro, attestandosi a 1,079.

Nel frattempo, lo yen resta fermo a 132,41 su dollaro, mentre il dollaro australiano sale dello 0,4% a 0,6696 dollari, così come quello neozelandese a 0,622 dollari.

Per quanto riguarda le criptovalute, il bitcoin avanza dello 0,44% a 28.276,58 dollari, ma rimane al di sotto del picco di nove mesi toccato ieri.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Alessia Pé)