Annuncio pubblicitario
Italia Markets closed
  • FTSE MIB

    32.626,35
    -983,50 (-2,93%)
     
  • Dow Jones

    38.535,22
    -111,88 (-0,29%)
     
  • Nasdaq

    17.646,86
    -20,70 (-0,12%)
     
  • Nikkei 225

    38.814,56
    +94,09 (+0,24%)
     
  • Petrolio

    78,33
    -0,29 (-0,37%)
     
  • BTC-EUR

    62.571,30
    +113,86 (+0,18%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.419,47
    +1,59 (+0,11%)
     
  • Oro

    2.343,60
    +25,60 (+1,10%)
     
  • EUR/USD

    1,0701
    -0,0041 (-0,3852%)
     
  • S&P 500

    5.419,77
    -13,97 (-0,26%)
     
  • HANG SENG

    17.941,78
    -170,85 (-0,94%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.837,77
    -97,73 (-1,98%)
     
  • EUR/GBP

    0,8437
    +0,0025 (+0,30%)
     
  • EUR/CHF

    0,9530
    -0,0065 (-0,68%)
     
  • EUR/CAD

    1,4705
    -0,0044 (-0,30%)
     

Forex, dollaro in lieve rialzo in vista di Jackson Hole, focus su tassi Turchia

Foto illustrativa con banconote in dollari statunitensi, franchi svizzeri, sterline britanniche ed euro

LONDRA/SINGAPORE (Reuters) - Il dollaro è in lieve rialzo con gli investitori che rimangono cauti dopo che dati economici più deboli del previsto hanno offuscato le prospettive sui tassi d'interesse in vista del simposio della Federal Reserve a Jackson Hole, mentre la lira turca attende la decisione sui tassi della banca centrale.

L'indice del dollaro, che misura il biglietto verde rispetto a un paniere di sei valute, guadagna lo 0,05% a 103,48, rimbalzando dal calo di ieri, ed è in corsa per un aumento mensile.

I rendimenti decennali statunitensi ieri hanno registrato la più forte flessione giornaliera in oltre tre mesi, dopo che i dati hanno mostrato che la crescita dell'attività economica statunitense ad agosto è stata la più debole da febbraio e che l'economia apparentemente inizia a rallentare.

Nel frattempo, i sondaggi hanno mostrato che la produzione manifatturiera europea continua a contrarsi e che flette anche l'attività dei servizi, smorzando qualsiasi vantaggio per l'euro. La moneta unica perde lo 0,02% a 1,0859 dollari.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

I Pmi hanno mostrato anche una contrazione dell'indice composito in Gran Bretagna, che porta l'economia sulla strada della recessione. La sterlina perde lo 0,33% a 1,2697 dollari.

I movimenti sono modesti, con gli operatori che rimangono cauti in caso di possibili sorprese durante l'intervento del presidente della Fed Jerome Powell a Jackson Hole domani.

Altrove, la lira turca si attesta a 27,2210 contro il dollaro in attesa della decisione odierna della banca centrale turca sui tassi di agosto.

La banca centrale dovrebbe aumentare il tasso di riferimento al 20% dal 17,50%, secondo la stima mediana di un sondaggio Reuters, ma alcuni economisti prevedono un aumento più contenuto [EMRG/FRX]

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Antonella Cinelli)