Annuncio pubblicitario
Italia markets closed
  • FTSE MIB

    34.490,71
    +23,04 (+0,07%)
     
  • Dow Jones

    39.069,59
    +4,33 (+0,01%)
     
  • Nasdaq

    16.920,79
    +184,76 (+1,10%)
     
  • Nikkei 225

    38.646,11
    -457,11 (-1,17%)
     
  • Petrolio

    77,80
    +0,93 (+1,21%)
     
  • Bitcoin EUR

    63.692,55
    +303,80 (+0,48%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.447,15
    -20,95 (-1,43%)
     
  • Oro

    2.335,20
    -2,00 (-0,09%)
     
  • EUR/USD

    1,0850
    +0,0032 (+0,29%)
     
  • S&P 500

    5.304,72
    +36,88 (+0,70%)
     
  • HANG SENG

    18.608,94
    -259,77 (-1,38%)
     
  • Euro Stoxx 50

    5.035,41
    -2,19 (-0,04%)
     
  • EUR/GBP

    0,8516
    +0,0000 (+0,00%)
     
  • EUR/CHF

    0,9917
    +0,0031 (+0,31%)
     
  • EUR/CAD

    1,4818
    -0,0029 (-0,19%)
     

Forex, dollaro rimane vicino ai massimi di 10 mesi, pressione su yen, euro

Immagine illustrativa di banconote di yen giapponese e di dollaro statunitense

TOKYO/LONDRA (Reuters) - L'indice del dollaro rimane vicino al livello più alto da novembre, mantenendo lo yen vicino a una zona di intervento chiave e l'euro ai minimi di otto mesi, in seguito alla crescita dei rendimenti statunitensi a più lunga scadenza.

Intorno alle ore 12,25, l'indice del dollaro scivola leggermente a 106,33, anche se si avvia verso l'undicesima settimana consecutiva in rialzo e rimane vicino ai massimi di 10 mesi toccati ieri.

L'indice ha inoltre guadagnato il 2,86% finora a settembre, il maggior incremento mensile in un anno.

L'euro, che ha perso terreno a causa della forza del dollaro, avanza dello 0,32% a 1,0534 dollari, ma è ancora vicino ai minimi di gennaio di 1,0482 dollari, che se superato lo porterebbe ai minimi dell'anno.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

I rendimenti a 10 anni dei Treasury hanno raggiunto ieri il 4,642%, ai massimi dal 2007, in quanto i mercati si stanno adattando all'idea che i tassi di riferimento della Federal Reserve rimarranno alti più a lungo.

Il presidente della Fed Jerome Powell parlerà oggi e fornirà potenziali indizi ai mercati sul percorso della politica monetaria statunitense.

Anche lo yen giapponese scambia in lieve rialzo, attestandosi a 149,24 per dollaro, appena al di sotto dei 149,71 dollari di ieri, ai minimi degli ultimi 11 mesi.

La sterlina guadagna lo 0,44% a 1,2188 dollari, ma ancora ai minimi da sei mesi, e anche il franco svizzero rimane sotto pressione a 0,9175 per dollaro, di nuovo ai minimi da marzo.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Stefano Bernabei)