Annuncio pubblicitario
Italia markets close in 5 hours 16 minutes
  • FTSE MIB

    32.783,25
    +118,04 (+0,36%)
     
  • Dow Jones

    38.589,16
    -57,94 (-0,15%)
     
  • Nasdaq

    17.688,88
    +21,28 (+0,12%)
     
  • Nikkei 225

    38.102,44
    -712,12 (-1,83%)
     
  • Petrolio

    78,38
    -0,07 (-0,09%)
     
  • Bitcoin EUR

    61.343,23
    -612,60 (-0,99%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.359,54
    -28,62 (-2,06%)
     
  • Oro

    2.335,20
    -13,90 (-0,59%)
     
  • EUR/USD

    1,0710
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • S&P 500

    5.431,60
    -2,14 (-0,04%)
     
  • HANG SENG

    17.936,12
    -5,66 (-0,03%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.859,89
    +20,75 (+0,43%)
     
  • EUR/GBP

    0,8454
    +0,0015 (+0,18%)
     
  • EUR/CHF

    0,9552
    +0,0026 (+0,27%)
     
  • EUR/CAD

    1,4714
    +0,0014 (+0,10%)
     

Forex, dollaro solido in attesa verbali Fed, sterlina bene dopo inflazione

Banconote da un dollaro degli Stati Uniti viste su un tavolo luminoso presso il Bureau of Engraving and Printing di Washington

LONDRA/TOKYO (Reuters) - Il dollaro è in rialzo, in attesa dei verbali della riunione di Federal Reserve per nuovi indizi sul percorso dei tassi della banca centrale, mentre la sterlina si rafforza dopo i dati sull'inflazione britannica calata meno del previsto in aprile.

Prima dei dati della prossima settimana, il mercato guarda alle minute dell'ultima riunione Fed sui tassi, conclusasi il 1° maggio, che saranno studiate per individuare eventuali "sfumature 'dovish' o 'hawkish'" ha detto Andy Ji, analista senior per il mercato dei cambi asiatici a InTouch Capital Markets.

Intorno alle 10,55, l'indice del dollaro sale dello 0,03% a 104,69, superando il minimo delle ultime cinque settimane di 104,07 toccato la settimana scorsa.

La sterlina guadagna terreno, dopo che in aprile l'inflazione britannica si è avvicinata all'obiettivo dell'istituto centrale ma non è rallentata come previsto, spingendo gli investitori a ridimensionare le scommesse su un taglio dei tassi il mese prossimo.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

I prezzi al consumo britannici sono aumentati del 2,3% in termini annuali ad aprile, rallentando rispetto al 3,2% di marzo. Banca d'Inghilterra e gli economisti interpellati da Reuters prevedevano un tasso annuale del 2,1%.

La sterlina sale dello 0,15% a 1,2726 dollari, dopo aver toccato un massimo da due mesi a 1,2761 dollari. L'euro cala rispetto alla sterlina, toccando i minimi da due mesi, in ribasso dello 0,2% a 85,2 pence.

Contro lo yen, il dollaro è in rialzo dello 0,2% a 156,46. Lo yen è stato poco mosso dopo che i dati hanno mostrato che le esportazioni giapponesi sono aumentate dell'8,3% in aprile rispetto a un anno prima.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Alessia Pé)