Annuncio pubblicitario
Italia markets closed
  • FTSE MIB

    32.700,92
    +344,66 (+1,07%)
     
  • Dow Jones

    39.131,53
    +62,42 (+0,16%)
     
  • Nasdaq

    15.996,82
    -44,80 (-0,28%)
     
  • Nikkei 225

    39.098,68
    +836,48 (+2,19%)
     
  • Petrolio

    76,57
    -2,04 (-2,60%)
     
  • Bitcoin EUR

    47.561,46
    +458,76 (+0,97%)
     
  • CMC Crypto 200

    885,54
    0,00 (0,00%)
     
  • Oro

    2.045,80
    +15,10 (+0,74%)
     
  • EUR/USD

    1,0823
    -0,0005 (-0,04%)
     
  • S&P 500

    5.088,80
    +1,77 (+0,03%)
     
  • HANG SENG

    16.725,86
    -17,09 (-0,10%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.872,57
    +17,21 (+0,35%)
     
  • EUR/GBP

    0,8538
    -0,0009 (-0,11%)
     
  • EUR/CHF

    0,9531
    +0,0004 (+0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,4606
    +0,0020 (+0,14%)
     

Forex, dollaro sostenuto, resta sulle posizioni dopo commenti Powell

Banconote da 100 dollari Usa in una banca a Westminster in Colorado

LONDRA/NEW YORK (Reuters) - Terza seduta consecutiva di recupero per il dollaro, mentre la valuta unica europea arretra.

Il cross euro/dollaro si riposiziona rapidamente dopo un'iniziale reazione contrastata alle parole di Jerome Powel, presidente di Federal Reserve, che definisce più bilanciati i rischi tra un'eccessiva o un'insufficiente politica monetaria restrittiva.

La prima testimonianza del banchiere centrale Usa - che tra non molte ora tornerà a intervenire - viene interpretata come un'indiretta conferma che i tassi Usa abbiano raggiunto il punto di massimo.

Intorno alle 17 l'indice del dollaro - che tiene traccia della valuta rispetto alle sei principali controparti - sale dello 0,12% a 103,617, dopo aver chiuso novembre con la performance mensile più debole da un anno.

I dati economici contrastanti in Europa non sono riusciti a dare un tono all'euro: l'indagine congiunturale Pmi di novembre ha mostrato che la flessione dell'attività manifatturiera si è leggermente attenuata il mese scorso, ma è rimasta profondamente in contrazione. Anche la Gran Bretagna ha registrato un calo dell'attività manifatturiera, ma con un miglioramento per il terzo mese consecutivo.

L'euro perde circa lo 0,4% a 1,083 dollari, mentre la sterlina scambia piatta a 1,2642 dollari.

Nei confronti dello yen, il dollaro scivola dello 0,7% a 146,67. Per la valuta nipponica si appresta la terza settimana consecutiva di guadagni dopo il minimi degli ultimi 33 anni segnato a metà novembre.

ORE 17,00

CAMBIO RIC BID ASK CHIUSURA

EURO/DOLLARO 1,0830 1,0832 1,0886

DOLLARO/YEN 147,67 147,70 148,19

EURO/YEN 159,95 159,99 161,35

EURO/STERLINA 0,8574 0,8578 0,8624

ORO SPOT 2.046,89 2.047,40 2.035,75

NOME INDICE RIC VALORE VAR. % CHIUSURA

INDICE DOLLARO 103,617 0,12 103,497

(Tradotto da Camilla Borri, editing XXX)