Annuncio pubblicitario
Italia markets closed
  • FTSE MIB

    32.934,29
    +353,35 (+1,08%)
     
  • Dow Jones

    39.087,38
    +90,99 (+0,23%)
     
  • Nasdaq

    16.274,94
    +183,02 (+1,14%)
     
  • Nikkei 225

    39.910,82
    +744,63 (+1,90%)
     
  • Petrolio

    79,81
    +1,55 (+1,98%)
     
  • Bitcoin EUR

    57.085,85
    -429,73 (-0,75%)
     
  • CMC Crypto 200

    885,54
    0,00 (0,00%)
     
  • Oro

    2.091,60
    +36,90 (+1,80%)
     
  • EUR/USD

    1,0839
    +0,0032 (+0,29%)
     
  • S&P 500

    5.137,08
    +40,81 (+0,80%)
     
  • HANG SENG

    16.589,44
    +78,00 (+0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.894,86
    +17,09 (+0,35%)
     
  • EUR/GBP

    0,8567
    +0,0010 (+0,12%)
     
  • EUR/CHF

    0,9573
    +0,0017 (+0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,4682
    +0,0013 (+0,09%)
     

Forex, dollaro stabile prima di riunione Fed in settimana ricca di dati

LONDRA (Reuters) - Il dollaro rimane stabile, con gli investitori che valutano i dati economici statunitensi in vista della riunione della Federal Reserve di questa settimana, mentre l'escalation delle tensioni geopolitiche in Medio Oriente tiene sotto controllo la propensione al rischio.

L'indice del dollaro, che misura la valuta statunitense rispetto a sei rivali, sale dello 0,11% a 103,546 e si avvicina al massimo di sei settimane di 103,82 toccato la scorsa settimana. L'indice punta a un guadagno del 2% a gennaio con i trader che hanno ridimensionato le aspettative di un taglio anticipato e profondo dei tassi di interesse statunitensi.

I dati di venerdì hanno mostrato che i prezzi statunitensi sono aumentati moderatamente a dicembre, mantenendo l'aumento su base annuale dell'inflazione al di sotto del 3% per il terzo mese consecutivo.

Questa settimana l'attenzione degli investitori sarà rivolta all'annuncio della politica della Federal Reserve di mercoledì. Si prevede che la banca centrale mantenga i tassi invariati, aumentando l'importanza dei commenti del presidente della Fed Jerome Powell.

L'euro scende dello 0,2% a 1,0828 dollari e si avvia a un calo di quasi il 2% nel mese. La scorsa settimana la Bce ha mantenuto i tassi di interesse a un livello record del 4% e ha ribadito il suo impegno a combattere l'inflazione.

Sul fronte geopolitico, gli investitori rimangono cauti dopo che tre soldati statunitensi sono stati uccisi in un attacco aereo con droni contro le forze statunitensi nel nord-est della Giordania, vicino al confine con la Siria.

(Tradotto da Laura Contemori, editing Antonella Cinelli)