Annuncio pubblicitario
Italia markets closed
  • FTSE MIB

    33.922,16
    +40,66 (+0,12%)
     
  • Dow Jones

    37.986,40
    +211,02 (+0,56%)
     
  • Nasdaq

    15.282,01
    -319,49 (-2,05%)
     
  • Nikkei 225

    37.068,35
    -1.011,35 (-2,66%)
     
  • Petrolio

    83,24
    +0,51 (+0,62%)
     
  • Bitcoin EUR

    60.946,89
    +1.006,70 (+1,68%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.395,95
    +83,33 (+6,35%)
     
  • Oro

    2.406,70
    +8,70 (+0,36%)
     
  • EUR/USD

    1,0661
    +0,0015 (+0,14%)
     
  • S&P 500

    4.967,23
    -43,89 (-0,88%)
     
  • HANG SENG

    16.224,14
    -161,73 (-0,99%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.918,09
    -18,48 (-0,37%)
     
  • EUR/GBP

    0,8612
    +0,0056 (+0,65%)
     
  • EUR/CHF

    0,9693
    -0,0017 (-0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,4645
    -0,0005 (-0,04%)
     

Forex, dollaro tocca massimi di 3 mesi, Powell suggerisce tassi più alti

Una donna conta banconote da un dollaro statunitense

LONDRA (Reuters) - Il dollaro tocca i massimi plurimensili rispetto alla maggior parte delle altre valute principali, dopo che il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha segnalato che i tassi d'interesse statunitensi potrebbero dover aumentare ancora più rapidamente e più in alto del previsto per contenere la persistente inflazione.

L'aumento dei tassi avvantaggia il dollaro in quanto ne migliora il rendimento e i trader cercano asset sicuri in un contesto debole per i mercati azionari global.

Il dollaro ha toccato i massimi di due mesi contro l'euro, a 1,0524 dollari, estendendo il balzo dell'1,2% di ieri. La sterlina, la corona svedese e la norvegese, lo yuan cinese e i dollari canadese, australiano e neozelandese hanno toccato i minimi da diversi mesi.

Per la prima volta quest'anno, il biglietto verde ha superato la media mobile a 200 giorni nei confronti dello yen, salendo dello 0,5% fino a un massimo di quasi tre mesi di 137,9 yen.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Powell ha detto al Congresso che i recenti dati economici statunitensi sono stati più forti del previsto e che quindi potrebbe essere necessario aumentare la velocità e l'entità dei futuri rialzi, facendo impennare le aspettative sui tassi statunitensi a breve termine.

L'indice del dollaro statunitense è salito dello 0,2% ai massimo di oltre tre mesi a 105,88, dopo il balzo dell'1,3% di ieri, il maggior aumento giornaliero dal 23 settembre 2022.

La sterlina scambia in leggero ribasso a 1,1811 dollari, ai minimi da fine novembre.

Lo yuan cinese ha chiuso la seduta nazionale a 6,9706 per dollaro, la chiusura più debole dal 29 dicembre 2022.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Stefano Bernabei)