Annuncio pubblicitario
Italia markets close in 2 hours 7 minutes
  • FTSE MIB

    33.881,88
    +0,38 (+0,00%)
     
  • Dow Jones

    37.775,38
    +22,07 (+0,06%)
     
  • Nasdaq

    15.601,50
    -81,87 (-0,52%)
     
  • Nikkei 225

    37.068,35
    -1.011,35 (-2,66%)
     
  • Petrolio

    82,16
    -0,57 (-0,69%)
     
  • Bitcoin EUR

    60.737,18
    +2.314,84 (+3,96%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.335,14
    +22,51 (+1,75%)
     
  • Oro

    2.392,80
    -5,20 (-0,22%)
     
  • EUR/USD

    1,0669
    +0,0023 (+0,21%)
     
  • S&P 500

    5.011,12
    -11,09 (-0,22%)
     
  • HANG SENG

    16.224,14
    -161,73 (-0,99%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.923,87
    -12,70 (-0,26%)
     
  • EUR/GBP

    0,8564
    +0,0008 (+0,10%)
     
  • EUR/CHF

    0,9689
    -0,0021 (-0,22%)
     
  • EUR/CAD

    1,4677
    +0,0027 (+0,18%)
     

Forex, dollaro verso rialzo settimanale, yen giù in vista riunioni Fed e BoJ

Banconota del dollaro statunitense

LONDRA (Reuters) - Il dollaro si avvia verso un rialzo settimanale mentre lo yen scambia in ribasso, in vista di una serie di riunioni delle banche centrali molto attese la prossima settimana, tra cui quelle di Federal Reserve e Banca del Giappone.

Le maggiori aziende giapponesi hanno concordato con i sindacati un aumento dei salari al livello più alto degli ultimi 33 anni, rafforzando l'idea che la banca centrale del Paese sia pronta ad abbandonare i tassi di interesse negativi.

Alle 11,25 l'indice del dollaro è in ribasso dello 0,3% a 103,334. Il dollaro si avvia a interrompere una serie di perdite di tre settimane con un rialzo su settimana dello 0,6%.

Secondo lo strumento FedWatch del Cme, i mercati ora prevedono una probabilità del 59% che la Fed tagli i tassi a giugno, rispetto al 74% di una settimana prima.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Lo yen scende a 148,7 per dollaro e sta per registrare un calo settimanale dell'1,1%, il più forte da gennaio.

L'euro avanza dello 0,1% a 1,0893 dollari. La scorsa settimana la Bce ha iniziato a discutere su quando ridurre i tassi di interesse, come ha detto il membro del Consiglio direttivo Olli Rehn.

La sterlina rimane sostanzialmente piatta a 1,27565 dollari.

Il Bitcoin perde il 4,2% a 67.698 dollari, dopo aver perso fino al 7% in un clima meno propenso al rischio rispetto al massimo storico toccato ieri.

(Tradotto da Laura Contemori, editing XXX)