Annuncio pubblicitario
Italia markets open in 3 hours 9 minutes
  • Dow Jones

    37.798,97
    +63,86 (+0,17%)
     
  • Nasdaq

    15.865,25
    -19,77 (-0,12%)
     
  • Nikkei 225

    38.433,05
    -38,15 (-0,10%)
     
  • EUR/USD

    1,0630
    +0,0009 (+0,09%)
     
  • Bitcoin EUR

    60.037,21
    +669,61 (+1,13%)
     
  • CMC Crypto 200

    885,54
    0,00 (0,00%)
     
  • HANG SENG

    16.226,03
    -22,94 (-0,14%)
     
  • S&P 500

    5.051,41
    -10,41 (-0,21%)
     

Germania, dati mostrano aumento inflazione in alcuni Stati

Bandiera tedesca sventola sul Reichstag a Berlino

BERLINO (Reuters) - L'inflazione è aumentata in quattro dei sei principali Stati tedeschi nel mese di agosto, mettendo in discussione la prosecuzione di una tendenza nazionale al ribasso.

È quanto mostrano i dati pubblicati oggi.

Gli economisti intervistati da Reuters hanno previsto un tasso di inflazione armonizzato per l'intera Germania del 6,3%, in leggero calo rispetto al 6,5% di luglio. I dati nazionali saranno pubblicati alle 14,00.

Tuttavia, nel Nord Reno-Vestfalia, lo stato più popoloso della Germania, l'inflazione è salita al 5,9% in agosto dal 5,8% del mese precedente.

Anche il Baden-Wuerttemberg, il Brandeburgo e la Sassonia hanno visto un'accelerazione dell'inflazione di 0,4 punti percentuali.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

I dati della Baviera e dell'Assia hanno mostrato un modesto calo dell'inflazione in questi Stati, rispettivamente al 5,9% e al 6,0%.

Bastian Hepperle, economista della Hauck Aufhaeuser Lampe Privatbank, ha affermato che l'inflazione in Germania dovrebbe rallentare nonostante il quadro contrastante.

"Il forte calo dei prezzi alla produzione e all'importazione lascia presagire che la spinta inflazionistica continuerà ad attenuarsi nei prossimi mesi", ha detto Hepperle.

Le pressioni sui prezzi nella prima economia europea si sono attenuate dall'anno scorso, quando una crisi energetica innescata dalla guerra in Ucraina aveva fatto salire l'inflazione a un massimo decennale dell'11,6% in ottobre.

Tuttavia, l'inflazione rimane ben al di sopra dell'obiettivo del 2% della Banca centrale europea e l'inflazione core, che esclude i prezzi volatili come quelli dei generi alimentari e dell'energia, è rimasta ostinatamente alta.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Stefano Bernabei)