Annuncio pubblicitario
Italia markets open in 7 hours 18 minutes
  • Dow Jones

    38.239,98
    +253,58 (+0,67%)
     
  • Nasdaq

    15.451,31
    +169,30 (+1,11%)
     
  • Nikkei 225

    37.438,61
    +370,26 (+1,00%)
     
  • EUR/USD

    1,0656
    0,0000 (-0,00%)
     
  • Bitcoin EUR

    62.807,73
    +1.790,11 (+2,93%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.413,47
    +7,47 (+0,53%)
     
  • HANG SENG

    16.511,69
    +287,55 (+1,77%)
     
  • S&P 500

    5.010,60
    +43,37 (+0,87%)
     

Germania, ministero Finanze respinge con fermezza nuovo debito comune Ue

La skyline del quartiere finanziario di Francoforte

BERLINO (Reuters) - Il ministero delle Finanze tedesco ha respinto con fermezza le proposte di un nuovo debito comune dell'Unione europea, affermando che tale iniziativa, sostenuta dalla Francia e dal presidente del Consiglio europeo Charles Michel, non è necessaria e invierebbe un segnale sbagliato ai mercati.

"In tempi di incremento dei tassi di interesse e di inflazione elevata, l'Unione europea deve inviare segnali di stabilità fiscale, non di strumenti di debito", ha detto il ministero in un comunicato.

Secondo il ministero, l'emissione di debito in questo contesto porterebbe a una perdita di fiducia nei mercati finanziari internazionali e contrasterebbe l'inasprimento della politica monetaria della Banca Centrale Europea, che mira a contenere l'inflazione.

Inoltre, secondo il ministero non vi è alcuna necessità fiscale per il debito comune. "È stata utilizzata solo una frazione dei fondi messi a disposizione da 'Next Generation EU'".

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha chiarito di ritenere che ci siano ancora molti fondi europei non utilizzati - più di 200 miliardi di euro - provenienti dal fondo per la ripresa post-pandemia dell'Ue che dovrebbero essere utilizzati prima di qualsiasi discussione su nuovi finanziamenti.

Le bozze delle conclusioni del prossimo vertice dei leader dell'Ue, che si terrà a febbraio e di cui Reuters ha preso visione martedì, mostrano che i leader dell'Ue sosterranno nuovi finanziamenti per l'industria della tecnologia verde, per controbilanciare i sussidi di Stati Uniti e Cina, e si aspetteranno che la Commissione esecutiva dell'Ue proponga un piano per un Fondo europeo per la sovranità a sostegno degli investimenti.

Tuttavia, i funzionari dell'Ue si sono affrettati a minimizzare la bozza, ritenendola esagerata: nella sua forma attuale, la bozza segnalerebbe che la Germania e altri Paesi dell'Europa settentrionale sono pronti ad abbandonare le obiezioni alla raccolta congiunta di fondi da parte dell'Ue.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Stefano Bernabei)