Annuncio pubblicitario
Italia markets close in 41 minutes
  • FTSE MIB

    32.929,45
    +348,51 (+1,07%)
     
  • Dow Jones

    39.020,84
    +24,45 (+0,06%)
     
  • Nasdaq

    16.156,71
    +64,78 (+0,40%)
     
  • Nikkei 225

    39.910,82
    +744,63 (+1,90%)
     
  • Petrolio

    80,36
    +2,10 (+2,68%)
     
  • Bitcoin EUR

    56.700,83
    -1.384,85 (-2,38%)
     
  • CMC Crypto 200

    885,54
    0,00 (0,00%)
     
  • Oro

    2.073,20
    +18,50 (+0,90%)
     
  • EUR/USD

    1,0842
    +0,0035 (+0,33%)
     
  • S&P 500

    5.111,30
    +15,03 (+0,29%)
     
  • HANG SENG

    16.589,44
    +78,00 (+0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.890,49
    +12,72 (+0,26%)
     
  • EUR/GBP

    0,8566
    +0,0010 (+0,12%)
     
  • EUR/CHF

    0,9591
    +0,0035 (+0,37%)
     
  • EUR/CAD

    1,4682
    +0,0013 (+0,09%)
     

Greggio, prezzi in rialzo dopo incidente nave al largo coste Oman

Una pompa petrolifera a Saint-Fiacre, vicino Parigi, in Francia

LONDRA (Reuters) - I prezzi del petrolio sono saliti, cancellando le perdite precedenti, dopo un incidente che ha coinvolto una nave commerciale al largo delle coste dell'Oman, anche se l'aumento dei casi di Covid-19 in Cina ha limitato i guadagni.

Intorno alle ore 10,40 italiane, i futures sul Brent guadagnano 28 centesimi, o lo 0,3%, a 94,14 dollari il barile, mentre i futures sul West Texas Intermediate (WTI) scambiano in rialzo di 5 centesimi, o dello 0,04%, a 86,97 dollari il barile. Entrambi i benchmark sono scesi di oltre 1 dollaro nel corso della seduta.

La Quinta Flotta della Marina degli Stati Uniti ha detto di essere a conoscenza di un incidente avvenuto oggi nel Golfo di Oman che ha coinvolto una nave commerciale, secondo quanto riferito a Reuters dal comandante Timothy Hawkins.

Associated Press aveva riferito che una petroliera battente bandiera liberiana, gestita dalla Eastern Pacific Shipping con sede a Singapore, era stata colpita dall'esplosione di un drone al largo del Golfo di Oman.

I prezzi del greggio sono saliti ieri dopo che la fornitura di petrolio in parti dell'Europa attraverso una sezione dell'oleodotto Druzhba è stata temporaneamente sospesa, secondo gli operatori di oleodotti in Ungheria e Slovacchia.

L'interruzione della fornitura è avvenuta in concomitanza con un'esplosione nella Polonia orientale, vicino al confine con l'Ucraina, che ha provocato la morte di due persone e ha sollevato la possibilità di un'estensione del conflitto tra Russia e Ucraina.

In Cina, l'aumento dei contagi da Covid-19 pesa sul sentiment dopo l'allentamento delle restrizioni sul virus questa settimana.

L'Agenzia Internazionale per l'Energia (Aie) stima che la crescita della domanda rallenterà a 1,6 milioni di barili al giorno nel 2023, rispetto ai 2,1 milioni di barili di quest'anno.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Francesca Piscioneri)